Calcio
Si chiude in maniera decisamente amara l’ultima partita casalinga della stagione del ritorno del Bari in serie B. 
Nella prima gara della Supercoppa, il Sudtirol ribalta, con un ottimo secondo tempo, il vantaggio iniziale di D’Errico, mettendo una bella ipoteca sulla vittoria del trofeo.
La formazione del Bari
Nel giorno del suo cinquantesimo compleanno, mister Mignani da spazio a Simeri al posto di Antenucci e Mallamo trequartista nel consueto modulo tattico
 4-3-1-2.
Il match:
Bella giornata di sole con un gradevole vento di maestrale, accolgono Bari e Sudtirol per la prima partita della Supercoppa di Lega Pro.
Padroni di casa in completo rosso e pantaloncini bianchi, ospiti in tenuta verde scuro e pantaloncini neri.
La partita è vera, ritmi non alti ma le squadre non si risparmiano.
A cavallo del 25’ il match si accende: sono prima i bolzanesi a rendersi pericolosi con Fischnaller con il tiro dal limite che colpisce il palo; sulla ripartenza va via Simeri che conclude la sua azione personale con un bel tiro, sul secondo palo di Meli, che sfiora il montante.
Al 33’ i pugliesi vanno in vantaggio: Cheddira è bravo a gestire un pallone e a scaricarlo alle sue spalle a D’Errico, finta e forte tiro rasoterra all’angolino. (1-0)
Al 40’ prima sostituzione per infortunio tra i vincitori del girone A: esce Eklu per Broh.
Dopo un minuto di recupero, il duplice fischio, si va negli spogliatoi sul parziale di 1-0.
Inizio ripresa pirotecnico: al 50’ Moscati, su calcio di punizione dal limite, colpisce in pieno la traversa.
Due minuti dopo, arriva il pareggio con un tiro dal limite di De Col che sorprende con un effetto particolare Polverino.
Centoventi secondi dopo, Bari vicinissimo all’immediafo vantaggio: punizione di Ricci, deviazione della barriera con pallone che sfiora il palo dando l’illusione ottica del gol.
I padroni di casa protestano con veemenza per un calcio di rigore non assegnato per un presunto fallo in area di rigore subito da Cheddira.
Al 60’ primo cambio per i biancorossi: esce Simeri e si rivede in campo Paponi.
Al 72’ gli alto atesini raddoppiano con il neo entrato Casiraghi dopo aver sfiorato in più di un occasione la marcatura.
I “galletti” provavo a reagire: entrano Antenucci e Galano che a cavallo dell’85’ creano due palle gol, entrambe con il numero sette: il primo tiro impegna Meli, il secondo sfiora il palo.
Dopo tre minuti di recupero, il triplice fischio.
Bari – Sudtirol 1-2.
BARI-SUDTIROL 1-2 
33’ D’Errico (B), 50’ De col, 72’ Casiraghi( S)
Bari (4-3-1-2): Polverino, Belli, Di Cesare (c), Gigliotti, Ricci, Maita, Maiello, D’Errico, Mallamo, Simeri (60’Paponi), Cheddira
A disp.: Frattali, Plitko, Celiento, Bianco, Mazzotta, Terranova, Scavone.
All. M. Mignani
Sudtirol (4-3-2-1): Poluzzi, Fabbri, Vinetot, Fischnaller 45’ Odogwu),  Galuppini (65’Casiraghi),Rover, Zaro, Eklu (40’Broh), Moscati, De Col (79’Malomo), H’Maidat (65’Gatto).
A disp.: Meli, Curto, Heinz, Harrasser, Beccaro, Mayr
All. I. Javorcic
Arbitro: Sig. Eugenio Scarpa
Recupero: 1’p.t. , 3’s.t.
Ammonito: D’Errico (B)
spettatori paganti: 5043 (1 tifoso ospite)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment