Pallavolo

Come noto, tutti i campionati di volley dalla serie B in giù, saranno fermi fino al 6 febbraio e quindi, se tutto va bene, si ripartirà nel weekend 12-13 febbraio. Ma già da lunedì 7 febbraio si potrebbe tornare in campo.

La disparità del numero di gare giocate tra le varie squadre, è dovuta ad un vecchio rinvio (San Salvatore-Palmi) ed alla disputa di due sole gare nell’ultima giornata di andata (Santa Teresa-Arzano finita 3-2 e Melendugno-Catania, terminata 3-0).

Il 13 febbraio si riparte dalla quinta di ritorno e quindi tutte le squadre dovranno recuperare le prime 4 giornate del girone di ritorno. Inoltre, Messina, Torrese, Castellana, Terrasini, Cerignola e Cutrofiano devono recuperare l’ultima gara del girone di andata, mentre San Salvatore e Palmi devono recuperare come detto anche il vecchio incontro rinviato più volte.

In particolare, la Zero5 rispetterà il seguente programma: il 13 febbraio in casa contro Santa Teresa di Riva (5^ giornata); il 19 febbraio, a Melendugno per la sesta giornata; il 26 febbraio in casa contro Palmi per la settima; il 5 marzo a Cerignola per l’ottava; il 13 marzo per la nona giornata arriva l’Arzano; ancora in casa il 19 marzo contro Catania (10^); il 26 marzo a Messina per l’ultima giornata.

Già definiti i recuperi della terza giornata in casa il 23 aprile contro la Torrese e della quarta a Terrasini il 30 aprile.

Non sono state ancora decise le date per i recuperi dell’ultima di andata in casa contro Messina, della prima di ritorno in casa contro San Salvatore e della seconda giornata a Cutrofiano. Queste gare potrebbero essere giocate in turni infrasettimanali.

Le atlete sono in piena attività e “in attesa della ripartenza”, a parlare è Valentina Civardi, capitano della squadra, ”stiamo sfruttando queste settimane per migliorare alcuni aspetti tattici e tecnici che ci serviranno per affrontare al meglio le prossime gare. C’è un po’ di amarezza per questo stop forzato perché la voglia di giocare è tanta”.

Il tecnico Francesco De Robertis, ancora in attesa del suo esordio, ci comunica che “dal punto di vista fisico le ragazze stanno bene. Certo questo periodo senza gare, già vissuto lo scorso anno, non è un fattore positivo. Non avere una gara da disputare nel weekend può generare scoramento, può influire negativamente dal punto di vista psicologico ma ci siamo quasi e quindi non bisogna mollare. Stiamo lavorando molto su due aspetti fondamentali: la sincronia tra alzatrice e attaccanti nelle varie combinazioni d’attacco e la gestione delle situazioni negative, affinché questo possa aiutarci quando affronteremo momenti difficili. Voglio vedere il bicchiere mezzo pieno ed interpreto la situazione attuale come un’opportunità per poter lavorare di più e migliorare in vista della prima gara”.

Redazione
Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment