Basket

I rossoblu partono male, vanno sotto a -19 ma poi con cuore e non solo rimontano, vanno a +3 ma subiscono il pari con tripla sulla sirena. Nel supplementare cedono a testa alta

CJ BASKET TARANTO – LIOFILCHEM ROSETO 74-80

Parziali: 15-22, 14-20, 18-11, 20-14

CJ Basket Taranto: Elhadji Thioune 31 (12/18, 0/0), Francesco Reggiani 20 (2/3, 4/8), Lucas Fresno 9 (1/3, 1/2), Gianmarco Conte 8 (1/5, 1/2), Luca Valentini 4 (1/3, 0/3), Giovanni Ragagnin 2 (1/2, 0/2), Matteo Ambrosin 0 (0/1, 0/2), Martin Kovachev 0 (0/1, 0/1), Marco Lusvarghi 0 (0/2, 0/0), Eugenio Gigante 0 (0/0, 0/0), Francesco Montanaro 0 (0/0, 0/0). All. Cottignoli.

Liofilchem Roseto: Marco Santiangeli 22 (3/5, 3/11), Vangelis Mantzaris 13 (0/0, 2/5), Giordano Durante 12 (3/7, 2/4), Georges Tamani 10 (4/7, 0/0), Dimitri Klyuchnyk 10 (4/6, 0/1), Alessio Donadoni 9 (3/3, 1/3), Vincenzo Guaiana 4 (2/2, 0/1), Ousmane Maiga 0 (0/2, 0/3), Brian Dervishi 0 (0/0, 0/0), Mitchell Poletti 0 (0/0, 0/0). All. Gramenzi.

Arbitri: Fiore Adriano di Pompei (NA) e Morra Giovanni di San Giorgio a Cremano (NA). Spettatori: 400 (partita giocata al Palafiom). STAT TA – Tiri liberi: 20 / 29 – Rimbalzi: 32 8 + 24 (Elhadji Thioune 13) – Assist: 14 (Luca Valentini 5). STAT LR – Tiri liberi: 18 / 20 – Rimbalzi: 31 7 + 24 (Vangelis Mantzaris, Alessio Donadoni 6) – Assist: 14 (Giordano Durante 6). Usciti per falli: Klyuchnyk e Donadoni (LR), Conte e Ambrosin (TA)

 

A un passo, a un secondo, a un attimo dall’impresa. Quello che poteva essere e non è stato per il CJ Basket Taranto il cui urlo di vittoria, di colpaccio contro la Liofilchem Roseto, è rimasto soffocato in gola dalla tripla di Durante che all’ultimo secondo ha pareggiato una partita pazza mandando tutti all’overtime in cui poi gli abruzzesi hanno avuto la meglio sui tarantini per 74-80 inanellando la quarta vittoria di fila, la seconda in extremis maturata in un modo o nell’altro sul filo della sirena dopo Ruvo. Questo e tanto altro hanno raccontato i 45 minuti di pathos del PalaFiom nella nona giornata del campionato di serie B Nazionale Old Wild West 2023/24, girone B.

Un’altalena di emozioni sublimata dalla magica rimonta della squadra di coach Cottignoli capace di rientrare dal -19 di inizio terzo quarto fino al +3 dell’ultimo possesso della partita gestito forse con troppa leggerezza dai giovani rossoblu che hanno concesso la tripla agli ospiti invece di fare fallo. Una volta pareggiata la partita Roseto si è poi imposta all’overtime per 74-80 (Santiangeli 22pti, 5 giocatori in doppia cifra). Una sconfitta che nulla toglie al cuore di Taranto con Thioune che dall’alto della sua ennesima doppia doppia, 31 punti + 13 rimbalzi, ha saputo tenere testa alla grande ai lunghi intercambiabili di Roseto, ma anche dell’altrettanto solito Reggiani che ha calato il ventello, la doppia cifra sfiorata da Fresno senza dimenticare l’apporto di tutti a cominciare dai rientranti Valentini e capitan Conte passando per Ragagnin, Ambrosin, Lusvarghi e Kovachev.

 

Coach Cottignli recupera a tempo pieno Valentini che va in quintetto con Reggiani, Thoiune, Fresno e Ambrosin, mentre Conte è abile e arruolabile e parte dalla panca. Coach Gramenzi invece deve rinunciare a Poletti in panchina solo per onor di firma causa risentimento e schiera Mantzaris, Durante, Santiangeli, Klyuchnyk e Guaiana.

Klyuchnyk e Thioune aprono le danze, la partita si accende subito così come il Palafiom per la tripla di Reggiani, Roseto risponde con la stessa moneta nelle mani di Santiangeli che ribalta il punteggio 7-9 ma Reggiani non ci sta, altra tripla, CJ a -1 in un primo quarto giocato su grandi ritmi e ottima pallacanestro. Capitan Conte morde il freno in panchina e quando va in campo segna subito il sorpasso 14-13. Ma Roseto nel finale di quarto ne ha di più, Tamani ribalta ancora il risultato e la tripla di Donadoni fissa il punteggio sul 15-22.

Nel secondo quarto segna subito Thioune abile a muoversi sulle punte nel pitturato ma Roseto fa valere i suoi centimetri nonostante la presenza in campo anche di Lusvarghi. Klyuchnyk infila il +12 ospite. Taranto ha il merito di non scomporsi, con Thioune e Conte resta incollata alla partita, anzi va anche a -6 coi liberi del capitano prima di essere ricacciata a -9 dalla tripla di Santiangeli che nel finale con Donadoni firma anche il +15 prima della penetrazione di Valentini che manda tutti negli spogliatoi sul 29-42 Roseto.

La partita ricomincia dopo l’intervallo ma sembra quasi finire dopo pochi possessi, per la precisione tre, quelli che servono alla Liofilchem per piazzare tre triple in fila con Mantzaris, Santiangeli e Durante. Quella messa a segno da Reggiani è ben poca cosa di fronte al -19 che per Taranto sembra l’Everest da scalare. Eppure il CJ ha il merito di non uscire dalla partita. La schiacciata di Thioune su assist di Ambrosin è quasi un segnale importante per Taranto che piazza un controbreak importante di 9-0 con Fresno e il pivot senegalese grande protagonista capace anche di un gioco da tre punti: canestro, fallo e libero aggiuntivo. Klyuchnyk prova stavolta a scuotere i suoi con una schiacciata ma Taranto ci sta credendo eccome e lo dimostra ampiamente con le triple di Reggiani e Fresno che in chiusura di terzo quarto fanno 47-53.

Sulle ali dell’entusiasmo e col pubblico del Palafiom che si fa sentire la premiata ditta Ambrosin-Thioune confeziona un’altra schiacciata, del -4 che spaventa Roseto. Che pure, coi lunghi gravati di falli, ritrova ossigeno dai canestri di Tamani e Santiangeli. Il CJ che ne ha viste di peggio in partita, non si scompone più, nemmeno di fronte a qualche fischio arbitrale discutibile. Anzi si affida ai suoi realizzatori migliori, Thioune, Fresno e l’immancabile tripla di Reggiani per tornare a -4. L’inerzia della partita è cambiata da tempo, Roseto fatica a trovare tiri puliti se e quando Taranto gli concede di andare alla conclusione, dall’altra parte Thioune è immarcabile, suo il -2. Poi arriva la genialata di Ragagnin che ruba palla, coast to coast e canestro del pareggio a 60. Incredibile a pensarlo solo un quarto prima sul -19 e contro Roseto poi. Siamo ai possessi che pesano, Donadoni segna, Reggiani pareggia di nuovo. Manca meno di un minuto, Taranto recupera palla, Fresno subisce fallo e fa 1/2 ai liberi, per la prima volta i rossoblu sono davanti. Roseto sbaglia ancora, Thioune no, subisce fallo e fa 2/2 dalla lunetta che fa esplodere il PalaFiom: il CJ Basket è a +3 con pochi secondi da giocare. Coach Cottignoli non ha più timeout, sarebbe auspicabile un fallo per mandare in lunetta gli ospiti, il fallo purtroppo non arriva, invece ad arrivare è la tripla dall’angolo, allo scadere, di Durante che fa 67-67 mandando Taranto e il Palafiom nello sconforto e la partita all’overtime.

Si riparte praticamente da 0-0 al supplementare. Ma il CJ ha ancora la testa all’occasione persa. Mantzaris segna 5 punti in fila e sembra indirizzare la partita. Reggiani risveglia Taranto che va a -3 e si guadagna con la difesa forte un paio di possessi per andare a -1 o pareggiare ma Fresno ha finito il fluido magico e non trova il canestro. Dall’altra parte il ricorso al fallo sistematico non scalfisce uno come Mantzaris che ha alzato due Euroleghe in carriera e che non sbaglia un colpo.

Taranto esce sconfitta a testa alta, altissima. Con questo spirito ora bisogna andare a Ravenna domenica prossima.

FOTO: V. FUNETTA

Redazione
Author: Redazione