Basket

I rossoblu senza Casanova e Conte con Valentini appena recuperato escono sconfitti dal PalaTriccoli. Non bastano i 19 di Thioune e 14 di Reggiani. Casanova, operazione ok!

GENERAL CONTRACTOR JESI – CJ BASKET TARANTO 98-75

Parziali: 29-16, 23-17, 20-20, 26-22

General Contractor Jesi: Lorenzo Varaschin 23 (10/13, 0/0), Giulio Casagrande 18 (2/3, 3/5), Daniele Merletto 11 (1/1, 3/5), Giacomo Filippini 11 (2/5, 2/2), Antonio Valentini 11 (0/0, 3/4), Roberto Marulli 7 (1/4, 1/6), Emanuele Carnevale 7 (3/4, 0/0), Tommaso Rossi 5 (1/1, 1/4), Santiago Bruno 5 (0/1, 1/3), Alessandro Nisi 0 (0/0, 0/0), Francesco ikechukwu Ihedioha 0 (0/0, 0/0), Joshua Vita sadi 0 (0/0, 0/0). All. Ghizzinardi.

CJ Basket Taranto: Elhadji Thioune 19 (7/11, 0/0), Francesco Reggiani 14 (1/5, 3/7), Matteo Ambrosin 9 (3/6, 1/2), Lucas Fresno 9 (3/4, 1/2), Marco Lusvarghi 8 (3/5, 0/1), Luca Valentini 8 (2/3, 1/2), Giovanni Ragagnin 6 (3/6, 0/4), Francesco Montanaro 2 (1/1, 0/0), Martin Kovachev 0 (0/0, 0/0), Gianmarco Conte 0 (0/0, 0/0). All. Cottignoli.

Arbitri Di Salvo Edoardo di San Giuliano Terme (PI) e Mariotti Davide di Cascina (PI). STAT GJ – Tiri liberi: 16 / 20 – Rimbalzi: 21 8 + 13 (Giacomo Filippini 8) – Assist: 21 (Antonio Valentini 6). STAT TA – Tiri liberi: 11 / 13 – Rimbalzi: 23 10 + 13 (Elhadji Thioune 9) – Assist: 13 (Giovanni Ragagnin 6)

Con le gambe a Jesi ma con la testa a Bari il CJ Basket Taranto esce sconfitto dal PalaTriccoli dove i padroni di casa della General Contractor Jesi vincono ampiamente 98-75 nell’ottava giornata del campionato di serie B Nazionale Old Wild West 2023/24 girone B.

Settimana davvero infernale per i rossoblu che come se non bastassero gli acciacchi di Valentini, recuperato in extremis, e capitan Conte in panchina solo per onor di firma e di maglia, hanno vissuto il trauma delle condizioni di salute di Rafael Casanova. Proprio dal Policlinico di Bari arrivano le notizie migliori della domenica per il CJ con lo spagnolo operato con successo dalla professoressa Di Palma, di apicectomia per guarire dal pneumotorace.

In campo invece Taranto fatica con i ranghi ridotti, Jesi lo capisce e aggredisce subito la partita con Varaschin e le triple mortifere di Casagrande. Il CJ ha provato a rientrare nel terzo quarto gettando il cuore oltre l’ostacolo ma non ci è riuscito e si è arreso nonostante i 19 di Thioune e i 14 di Reggiani con Ambrosin, Fresno ma anche Lusvarghi e lo stesso Valentini al rientro a flirtare con la doppia cifra.

 

Coach Cottignoli incassa le pesanti assenze di Casanova a cui si aggiunge capitan Conte, recupera però Valentini che va in panchina. Il quintetto rossoblu è quasi obbligato: Thioune, Reggiani, Ragagnin, Ambrosin e Fresno. Coach Ghizzinardi risponde con Casagrande, Marulli, Merletto, Rossi e Filippini.

L’inizio di Taranto è da incubo, quello di Jesi da sogno. Le triple di Merletto e Marulli segnano l’inizio del match a favore dei padroni di casa, Casagrande fa il resto ed è break subito 12-4. Thioune e Ragagnin fanno quello che possono, a dare la sveglia al CJ ci pensa la tripla di Fresno che dimezza il gap, 14-9. Rossi e Filippini però fanno ancora la differenza e danno un altro minibreak a Taranto ricacciata a -13 dalla tripla di Filippini. Ci vuole un’altra tripla, stavolta di Reggiani per rivitalizzare i rossoblu ma il margine resta uguale fino alla prima sirena, 29-16.

In avvio di secondo quarto è festival di triple firmate “Valentini”. Coach Cottignoli si gioca la carta del recupero del suo play, dall’altra parte c’è Antonio, sempre Valentini, tre triple con lo stesso cognome, due del padrone di casa, una dell’ospite. Sul -18 di Varaschin, Cottignoli chiama time out e quasi chiama il gioco offensivo per liberare la tripla di Reggiani ma Antonio Valentini è davvero onfire, terza tripla quasi di fila per Jesi che va anche +22 per un attimo prima della tripla di Ambrosin per il 52-33 con cui si va al riposo.

Thioune e Filippini aprono le danze al rientro dall’intervallo. Lusvarghi comanda il tentativo di rimonta di Taranto. Reggiani si guadagna i suoi soliti 3 liberi tutti a segno. Il CJ va a -12 ma viene ricacciato indietro dalla tripla di Casagrande che poi ne mette una seconda e una terza ricacciando Taranto a -19. Che è poi il risultato di fine 3° quarto, 72-53.

Vistosi respinto lo sforzo per il tentativo di rimonta il CJ molla un po’ nell’ultimo quarto limitato anche e soprattutto nelle rotazioni. Jesi gestisce e allunga scollinando il +20 con la tripla dell’ex Tato Bruno, Taranto va anche a -27 poi rientra leggermente nel finale coi canestri di Reggiani, Thioune e Fresno e “festeggia” l’esordio con canestro del giovane Montanaro prodotto del vivaio Virtus che al di là della sconfitta questa partita non la dimenticherà mai.

Il CJ Taranto intanto torna a casa, domenica prossima arriva Roseto in riva allo Ionio. Si giocherà non al PalaMazzola ma al Palafiom, sempre alle 18.

 

Foto credit: Basket Jesi

Redazione
Author: Redazione