Basket

I rossoblu, senza Valentini, partono male sotto le triple ospiti poi rientrano con grande cuore in parità ma nel finale perdono smalto. Conte, Ragagnin, Reggiani e Thioune in doppia cifra

CJ BASKET TARANTO – ALLIANZ PAZIENZA SAN SEVERO 67-83

Parziali: 16-26, 25-20, 14-13, 12-24

CJ Basket Taranto: Gianmarco Conte 14 (5/9, 1/4), Giovanni Ragagnin 14 (1/4, 4/7), Francesco Reggiani 13 (1/2, 1/3), Elhadji Thioune 10 (5/9, 0/0), Rafael Casanova 5 (0/2, 1/4), Lucas Fresno 5 (1/4, 0/3), Matteo Ambrosin 4 (2/3, 0/2), Marco Lusvarghi 2 (1/1, 0/1), Martin Kovachev 0 (0/0, 0/0), Francesco Montanaro 0 (0/0, 0/0), Eugenio Gigante 0 (0/0, 0/0), Luca Valentini 0 (0/0, 0/0). All. Cottignoli.

Allianz Pazienza San Severo: Djordje Pazin 21 (5/7, 3/6), Arcangelo Guastamacchia 18 (2/6, 4/5), Stefano Pierotti alles 15 (2/3, 2/5), Mattia Magrini 11 (1/1, 3/4), Tommaso Gatto 8 (1/5, 1/3), Fabio Montanari 4 (0/1, 0/1), Yande Fall 3 (1/7, 0/0), Goce Petrushevski 3 (0/1, 1/1), Luca Colombo 0 (0/3, 0/1), Roman Tchintcharauli 0 (0/0, 0/0), Gregorio Urbano 0 (0/0, 0/0). All. Nunzi.

Arbitri: Vincenzo Agnese di Barano d’Ischia (NA) e Alfonso Procida di San Cipriano Picentino (SA). Spettatori: 700. STAT TA – Tiri liberi: 14 / 20 – Rimbalzi: 29 7 + 22 (Elhadji Thioune 8) – Assist: 13 (Giovanni Ragagnin 3). STAT AS – Tiri liberi: 17 / 21 – Rimbalzi: 34 7 + 27 (Arcangelo Guastamacchia 9) – Assist: 14 (Stefano Pierotti alles 4)

 

Un sogno cullato per due quarti, poi il risveglio. Non riesce al CJ Basket Taranto l’impresa di battere l’Allianz San Severo. Nella ssesta giornata del campionato di serie B Nazionale Old Wild West 2023/24, girone B, i rossoblu si devono arrendere per 67-83 in un PalaMazzola encomiabile per tifo contro la Cestistica. Una partita dai diversi volti: falsa partenza del CJ fulminato dalle triple a ripetizione degli ospiti, poi la reazione tarantina che nel secondo quarto ha rimontato l’Allianz annullando il divario e mettendo anche il naso avanti poco prima dell’intervallo. Una fotografia della partita che si è ripetuta nel terzo parziale con Taranto prima a inseguire e poi a rientrare ancora in partita fino alla nuova parità grazie alle giocate di Ragagnin, Conte, Reggiani e Thioune tutti in doppia cifra ma anche con l’importante apporto dei vari Ambrosin, Fresno, Casanova e Lusvarghi a sopperire alla pesante assenza di Valentini ko venerdì in allenamento. Ma all’ultimo quarto Taranto perde nuovamente lucidità nelle giocate in attacco e offre il fianco alle giocate di San Severo che si prende i due punti e continua la corsa nelle alte sfere della classifica.

Coach Cottignoli incassa la defezione di Valentini e schiera nel quintetto Thioune, Conte, Ambrosin, Casanova e Reggiani. Coach Nunzi senza Tchintcharauli recupera Fall e lo schiera dall’inizio con Gatto, Magrini, Pierotti e Pazin.

L’inizio del primo quarto dei rossoblu è un po’ da notte di Halloween, cioè da incubo. La tripla di Gatto fa da anticamera a una serie quasi interminabile di tiri dalla distanza a segno di San Severo che replica con Pazin, Guastamacchia e ancora Pazin andando facilmente 14-5. Per Taranto segnano solo Thioune su azione e Reggiani abilissimo a prendersi 3 liberi sul tiro, e non sarà l’unica volta. Sul -11 firmato ancora da Pazin è Ragagnin a suonare la prima sveglia per Taranto, tripla che però non spaventa l’Allianz ancora a segno dalla distanza con Petrushevski che vola a +13 con un inarrestabile Pazin. Coach Cottignoli le prova tutte, chiama timeout, poi rimescola le carte, buona la risposa di Fresno che attacca il canestro, porta a casa e segna i liberi, poi il capitano Conte infila la tripla bissata però da Guastamacchia per un primo quarto che si chiude 16-26 con i liberi di Casanova.

Nel secondo quarto cambia la musica, Lusvarghi ha un buon impatto, quello che non ha perso un ispirato Ragagnin che segna da tre imitato da Casanova e in un amen Taranti si ritrova a -2 con break di 8-0 che costringe coach Nunzi a rifugiarsi nel timeout. Il pari è nell’aria, lo porta Amborsin che prima segna, poi recupera palla e la mette in cassaforte con capitan Conte, 28-28. San Severo in affanno ritrova il tiro da tre con Magrini e Pierotti e riallunga a +8. Ma il CJ ora sa come rimetterla in piedi, Reggiani completa un gioco da 4 punti: tripla, fallo e libero aggiuntivo, poi Fresno fa il resto ed è di nuovo parità a 38, addirittura Taranto col naso avanti 41-40 con la tripla di Casanova ma il finale di quarto sorride agli ospiti che trovano due giri in lunetta per andare al riposo 41-46.

Al rientro dagli spogliatoi mani fredde, gelide. Per lunghi interminabili 4 minuti non segna nessuno, punteggio calcistico di 0-1 per gli ospiti a segno solo dalla lunetta. A interrompere il bug ci pensa capitan Conte con un bel contropiede. Quando è in difficoltà San Severo si affida e ritrova le sue triple, con Guastamacchia e Pazin ma Taranto risponde per le rime con Reggiani che infila 6 punti consecutiva con una tripla e un gioco da tre punti, canestro più libero a segno. Riscritto l’ennesimo pari a 55 anche se come nel quarto precedente San Severo chiude meglio con 4 punti per il 55-59.

Taranto infiamma il PalaMazzola andando -1 con il canestro di Conte e Reggiani che converte il libero per tecnico alla panchina sanseverina. Sul più bello perà il CJ si inceppa smarrendo nuovamente la via del canestro. Guastamacchia di tripla ridà fiducia a San Severo che trova anche canestri quasi impossibile: Pazin e Pierotti segnano in equilibrio precario due tiri assurdi, quasi un segno degli dei del basket. San Severo va a +12 mentre Conte sblocca Taranto, ci sarebbe il tempo per riprovare l’ennesima rimonta della partita ma stavolta le due triple di Magrini chiudono i conti.

Per Taranto consapevolezza e rammarico sulla strada della crescita del gruppo. Ma c’è poco tempo per recriminare, giovedì si torna in campo, ancora al PalaMazzola, di scena un’altra corazzata, San Vendemmiano.

Foto: Valentina Funetta

Beppe Merola
Author: Beppe Merola