Basket

SANTA RITA TARANTO – LSB LECCE 67-72 (20-19; 16-16, 12-16, 19-21)

C Silver – quarti di finale

gara 2

TARANTO

Moffa, Valentini ne, Porcelluzzi, Zicari 1,

Sperti, Fanizzi, Bitetti 8, Paparella ne, Delage 18, Ciric 16, Llaver 13, Cianci 11

All. Menga

LECCE

Durini ne, Capoccia ne, Balkunas 16,

Zezza 5, Kelmelis 5, Feruglio 17, Mocavero 15, Durini F. 8, Laudisa 6, Rollo ne, Calò ne, Serio

All. Michelutti, ass. Leopizzi

arbitri Settembre e Ricciardi

 

Soddisfatti per la prestazione, tra le migliore dell’intera stagione. Rammaricati per i due possessi sciupati nell’ultimi 60’’ di gara (il primo sul 67-67, il secondo sul 67-69). Consapevoli che la pallacanestro è bella proprio perché imprevedibile e spesso in bilico sino alla sirena.

Orgogliosi per gli applausi ricevuti, alla fine, dal pubblico del Palafiom: perché è stata davvero una bella partita, affrontata a avviso aperto contro uno dei roster più forti della C silver 2023.

Gara 2 dei quarti di finale della seconda fase del campionato va dunque alla Scuola di Basket Lecce, che passa il turno e va a giocarsi la conquista di un posto nella C unica del prossimo anno agonistico.

I ragazzi di coach Menga chiudono la stagione con una gara quasi perfetta, iniziata bene e giocata per 40 minuti con una difesa aggressiva, le solite rapide transizioni e una discreta percentuale al tiro.

“Una partita bella intensa ed equilibrata – conferma l’allenatore tarantino –

Due i mini break, noi con il + 6 iniziale e Lecce con il +8 d’inizio terzo periodo. Poi sempre punto a punto lungo. La gara è sfumata alla fine per un paio di dettagli che nel basket possono fare la differenza”.

Nessuna recriminazione, però. “Complimenti a tutta la squadra – evidenzia infatti Menga   – abbiamo giocato alla pari con Lecce, segno evidente della maturazione raggiunta dal nostro giovane roster, al termine di una stagione impegnativa in questa C Silver di livello davvero alto. Siamo usciti tra gli applausi del pubblico. Questo ci soddisfa e ci onora, è stata una bella serata di basket, finale degno di una stagione che ha registrato la crescita tecnica e tattica di tanti giovani cestisti tarantini” conclude Menga.

Redazione
Author: Redazione

Lascia un commento