Basket

Inizia male per i rossoblu la serie playoff, buona partenza, vantaggio anche in doppia cifra poi la Del Fes ribalta il match. Non bastano Rocchi 18, Bruno 15, Corral 14, Villa 13, Cena 11 tutti in doppia cifra. Si replica martedì sempre in Irpinia

IVPC DEL FES AVELLINO – CJ BASKET TARANTO 77-73

Avellino guida la serie playoff 1-0

IVPC Del Fes Avellino: Giacomo Eliantonio 15 (4/7, 1/2), Andrea Traini 14 (2/6, 2/6), Donato Vitale 11 (1/5, 3/7), Daniele Sandri 10 (4/6, 0/6), Matteo Caridà 9 (0/0, 3/7), Armando Verazzo 7 (2/4, 1/3), Giovanni Carenza 5 (1/1, 1/4), Riccardo Arienti 4 (0/0, 1/1), Marco Venga 2 (1/1, 0/0), Andrea Bianco 0 (0/0, 0/0). All. Crossariol.

CJ Basket Taranto: Simone Rocchi 18 (2/3, 4/10), Santiago Bruno 15 (4/9, 1/3), Diego Corral 14 (5/9, 0/5), Francesco Villa 13 (2/3, 0/5), Enzo damian Cena 11 (1/3, 3/7), Marcello Piccoli 2 (1/3, 0/0), Gianmarco Conte 0 (0/4, 0/0), Luca Sampieri 0 (0/0, 0/0), Andrea francesco Liace 0 (0/0, 0/0), Mattia Graziano 0 (0/0, 0/0), Francesco D’agnano 0 (0/0, 0/0). All. Olive.

Arbitri: Matteo Luchi di Prato (PO) e Jacopo Spinelli di Cantù (CO). Parziali: 17-29, 14-6, 25-14, 21-24. STAT AV – Tiri liberi: 11 / 20 – Rimbalzi: 39 8 + 31 (Daniele Sandri 12) – Assist: 14 (Donato Vitale 4). STAT TA – Tiri liberi: 19 / 24 – Rimbalzi: 40 11 + 29 (Diego Corral 14) – Assist: 16 (Francesco Villa 6).

Non inizia nel migliore dei modi la serie playoff per il CJ Basket Taranto che esce sconfitta in gara 1 dal parquet della IVPC Del Fes Avellino che si impone per 77-73 alla fine di una partita combattuta che ha vissuto sui classici “momenti” di alti e bassi dei rossoblu che ora sono costretti a inseguire nella 1-0 nella serie al meglio delle 5 partite che mette in palio un posto nella prossima serie B Nazionale Old Wild West Lega Nazionale Pallacanestro.

Eppure Taranto era partita col piede giusto in gara 1 piazzando un parziale dopo la palla a due di 14-0 che l’aveva tenuto a lungo avanti in doppia cifra, un primo quarto stupendo chiuso 29-17 che aveva illuso tutti. Poi Avellino ha trovato le contromisure, il CJ si è inceppato in attacco e gli irpini a poco a poco hanno ribaltato la partita restituendo con gli interessi il break resistendo al tentativo nel finale di Taranto di rientrare in partita. Non bastano le doppie cifre di Rocchi 18, Bruno 15, Corral 14, Villa 13, Cena 11. Si replica martedì sempre in Irpinia per gara 2.

Coach Olive recupera in extremis, ancora non al meglio, Piccoli che comunque è abile e arruolabile. Nello starting five ci sono Rocchi, Cena, Corral, Bruno e Villa. Coach Crossariol, in contumacia Valentini, risponde con Eliantonio, Sandri, Traini, Caridà e Carenza.

Avellino scatta bene con Sandri e i liberi di Eliantonio e va sul 4-0. Ma dopo un paio di possessi si scatena la forza del CJ Taranto che infila il break di cui sopra, 14-0 con assoluti protagonisti Tato Bruno e Rocchi. Coach Crossariol si rifugia nel time out che riesce a fermare l’inerzia del CJ, la tripla di Verazzo e il canestro di Eliantonio rimettono Avellino in scia. Ma Taranto resta in fiducia e con la circolazione di palla “attiva” trova le triple a segno di Cena, Rocchi e Villa e nel finale riscappa via con ciliegina sulla torta di Corral che chiude il primo quarto sul 17-29.

Ancora Rocchi inizia il secondo quarto laddove aveva chiuso il primo, è già in doppia cifra così come Taranto avanti +14 che trova anche il ritorno e il canestro di Piccoli al rientro dopo un paio di mesi di assenza per infortunio. Invece nel momento migliore di Taranto che cambia la partita, in peggio per i rossoblu. Vitale suona la carica per i padroni di casa con 5 punti in fila, Arienti e Traini gli vanno dietro. Avellino in pochi minuti e pochi possessi dimezza il gap, il canestro di Corral serve a tenere Taranto davanti ma la tripla di Arienti nel finale porta il punteggio sul 31-35 all’intervallo.

Il CJ riordina le idee negli spogliatoi e risponde sul parquet con Rocchi e Bruno per tornare a +8. Avellino però adesso è sia in partita che in fiducia e resta in scia con Traini ed Eliantonio. Quando Carenza infila la tripla che fa esultare il Pala del Mauro è parità a 45. I liberi di Corral rifanno mettere il naso davanti a Taranto ma la tripla di Vitale segna il primo sorpasso irpino da inizio gara. Taranto ora fa fatica in attacco, la doppia tripla di Caridà in finale di quarto porta la Del Fes anche a +9 prima del 56-49 firmato Bruno sul terzo quarto.

Nemmeno a inizio ultimo quarto ci sono segnali positivi per Taranto, Avellino invece continua la sua partita su buone frequenze: Venga e Sandri segnano il massimo vantaggio a +9. Villa e Corral provano a risvegliare Taranto e suonano la carica fino al -4. Il play rossoblu scuola Milano attacca il canestro irpino, porta a casa falli e liberi che mette a segno per il -2 a due minuti dalla fine tutti da giocare. Vitale di nome e di fatto come la tripla che mette a segno a poco più di un minuto dalla fine. Il ferro invece sputa quella di Rocchi e dall’altra parte è benevolo con la seconda tripla di Caridà che di fatto mette il sigillo sulla partita. Il CJ se la gioca fino alla fine, anzi Tato Bruno in sottomano e la tripla di Rocchi, uniti al fallo sistematico, quasi la riaprono ed il 77-73 finale non fa altro che aumentare il rammarico.

Ma è solo la prima battaglia. Martedì si torna al Pala Del Mauro per gara 2. Palla a due alle ore 20.30. Biglietti per il settore ospiti al costo di 5 euro al botteghino. Diretta streaming Lnp Pass e radiocronaca su Radiocittadella 96.5 fm stereo (anche quest’anno radio ufficiale rossoblu e che al sito www.radiocittadella.it trasmetterà la differita streaming in chiaro del match lunedì alle ore 14.30).

Redazione
Author: Redazione

Lascia un commento