Pallavolo

Arriva la prima vittoria casalinga per la Zero5 Castellana Grotte, battuto Baronissi per 3-2 (25-18, 21-25, 17-25, 25-23, 15-11) nella seconda giornata di ritorno del campionato nazionale di serie B1 femminile.

Vittoria soffertissima, ma meritata. Dopo due set equilibrati, un set da dimenticare per la Zero5 che però riesce a riprendere le redini della gara e battere la quotata formazione avversaria in un finale assolutamente non adatto ai deboli di cuore. Per la verità, il cambio di rotta era nell’aria perché i progressi, come già detto, sono indiscutibili: nelle prime sette giornate di campionato la Zero5 ha raccolto solo due punti (a Terrasini), ma nelle successive sei, i punti arrivati sono 9 con 5 risultati utili. Certo, si pecca ancora di continuità, ma arriverà anche quella!

Mister Castillo schiera Liguori (20, top scorer) opposta a Del Vaglio (6), Marchesano (11) e Andeng (11) al centro, Salvestrini (6) e Sanguigni (10) in banda, Vianello libero. Entrate Napolitano, Stiaffini e Fanella, non entrata Alikaj.

Massimo Ciliberti risponde con Bazzani (17) opposta a Gulino (5), Avellini (9) e Belotti (11) centrali, Soleti (9) e Kohler (15) schiacciatrici, Recchia Stefania libero. Entrate Penna (3), Fabbo e Recchia Alessandra, non entrate Fino e Caffò.

Primo set equilibratissimo fino al 15 pari, poi alcuni errori del Baronissi lanciano la Zero5 in un finale in crescendo chiuso sul 25-18 da un muro di Eleonora Penna.

C’è l’attesa reazione avversaria nel secondo set (3-8). La Zero5 riesce a pareggiare a 12, ma sul 15-16, sono le avversarie e trovare un nuovo vantaggio (15-19) ed a controllarlo fino al 21-25 finale.

Nel terzo parziale l’equilibrio si spezza prima. Sul 9 pari, le ospiti premono, la Zero5 non risponde e si va sull’11-21, solo parzialmente recuperato prima del 17-25 finale.

In altri tempi si sarebbe già messa la croce sulla gara, ma questa Zero5 ha acquisito un bel carattere combattivo che indica crescita “mentale” oltre che tecnica, e così, dopo le scaramucce di inizio set (8-8), c’è una fuga (13-8). Le campane pian piano risalgono (17-15), sfiorano il pari (22-21), ma nel rush finale cedono il set sul 25-23.

Ancora un tiebreak (è il terzo nelle ultime 3 gare) e dopo il solito equilibrio iniziale (9-9), è ancora la Zero5 a pigiare sull’acceleratore e chiudere 15-11 con Soleti, due di Avellini e Bazzani.

Ancora una bella prestazione di squadra, seppur tra alti e bassi. In evidenza la classe indiscutibile di capitan Jaqueline Kohler ed il sorprendente talento naturale di Stefania Recchia, ma anche, e aggiungiamo finalmente, una bella prestazione di Vittoria Belotti. Saranno servite le nostre esortazioni?, “si, finalmente è arrivata qualche fast, muri un po’ meno, ma sono contenta”, risponde la ventenne centrale romana, “è stata una bella vittoria. Abbiamo lavorato bene e continueremo a farlo, abbiamo fatto un bel regalo a Massimiliano per il suo compleanno”.

Questo il commento dei tecnici.

Ivan Castillo, Baronissi: “E’ stata una partita brutta. Bravo Castellana, ha sbagliato il meno possibile e, senza fare niente di particolare, ha ottenuto un risultato importantissimo. Le mie, inguardabili, scandalose”.

Massimiliano Ciliberti, Zero5: “I progressi si vedono. A Baronissi la partita durò 50 minuti, qui è durata due ore e mezza. Oggi è stata una buona prova, con dei blackout certo, ma è stata una grande vittoria. Ora bisogna mantenere questi standard. Sarà molto difficile salvarci, ma se manteniamo questi livelli, possiamo farcela”.

Redazione
Author: Redazione

Lascia un commento