Pallavolo

Un’illusione durata mezzora, poi la Zero5 Castellana Grotte, perdendo inopinatamente per 1-3 (25-20, 22-25, 24-26, 19-25) con la Givova Fiamma Torrese di Torre Annunziata (Na), nella terzultima giornata del campionato di serie B1 di pallavolo femminile, vede sempre più vicino il baratro della retrocessione.

Così come nella gara di andata, la Fiamma Torrese non è parsa insuperabile, ha fatto la sua onesta partita ed ha avuto ragione della squadra locale, vittima della difficilissima condizione psicologica di dover vincere a tutti i costi.

Dopo aver vinto il primo set, pur soffrendo, la Zero5 è più volte caduta nella spirale della paura di sbagliare che induce ad effettuare un gioco troppo prevedibile o troppo rischioso, con l’unico effetto di favorire l’avversario.

Le concorrenti Terrasini e Marsala, impegnate in un derby concluso con la vittoria al tiebreak del Marsala, hanno determinato la seguente situazione di classifica: Marsala 19, Terrasini 16 e Zero5 14. Le siciliane hanno due gare da giocare, la Zero5 solo una (una giornata di riposo e lo scontro diretto con il Marsala). L’ultima flebile speranza della squadra castellanese di arrivare almeno al playout è legata alla sconfitta delle due concorrenti nel prossimo turno (entrambe giocheranno contro squadre in lotta per i playoff, Melendugno e Casal dei Pazzi) e poi, nell’ultima giornata, guadagnare tre punti contro il Marsala in casa. Faremo meglio i conti al termine della prossima giornata.

Torniamo alla gara odierna.

Adelaide Salerno per la Torrese propone Prisco (5) opposta a Manto (1), Vujko (12) e Figini (7) centrali, Campolo (top scorer con 19 punti) e Simpsi (12) laterali, Bucci Libero. Entrata Azzurro (secondo libero), non entrata Pezzotti.

Danilo Milano risponde con Bazzani (11) opposta a Fabbo (3), Avellini (11) e Belotti (15) centrali, Kohler (13) e Soleti (12) in banda, Recchia Stefania libero. Entrate Penna e Recchia Alessandra, non entrate Fino, Gulino e Caffò.

Buona partenza della Zero5 (8-4), subito rintuzzata dalle campane (8-8). Poi equilibrio fino al 17 pari, quando c’è un bel break Zero5 (20-17), ben controllato dalle castellanesi che chiudono 25-20 con Soleti.

Il bel gioco espresso nel primo set ed il 7-3 di inizio secondo parziale, lasciano ben sperare, ma le avversarie pian piano recuperano e sorpassano grazie all’ottima Campolo ed alla complicità della scarsa concretezza in attacco delle padrone di casa (13-14). Si viaggia con sorpassi e controsorpassi fino al 22-21, poi un punto di Campolo e tre errori consecutivi Zero5 (22-25), regalano il pareggio alle napoletane.

La vittoria galvanizza le ospiti e deprime le locali (1-6). La Torrese gioca in scioltezza e controlla agevolmente tutti i tentativi di recupero della Zero5 (5-9, 11-16, 17-22) fino ad un bel 6-0 con Avellini al servizio che riapre il set (23-22). Campolo ribalta (23-24), Kohler pareggia, ma ancora Campolo ed un ace di Manto sanciscono il 24-26.

Bisognava guadagnare i tre punti, ma l’opportunità è svanita. Adesso bisognerebbe tirar fuori le unghie, ma il carattere non è uno dei punti di forza di questa squadra. Parte il quarto parziale. Punto a punto fino al 12-10, poi uno 0-3, seguito da uno 0-6, scavano un baratro (14-19). C’è un avvicinamento (17-19), ma la Torrese sente di avere la vittoria a disposizione e, facendo semplicemente il proprio dovere, conclude 19-25 e si aggiudica i tre punti.

“Una buona gara, ho dato spazio a due nostre giovani”, dichiara Adelaide Salerno, “la palleggiatrice 2006 Manto ed il secondo libero ed hanno ripagato la fiducia. Mi spiace per il Castellana, ma abbiamo giocato meglio”.

Laconico il commento di mister Milano: “Una partita giocata male nonostante due settimane dedicate alla sua preparazione. Non siamo stati in grado di mettere in pratica quanto preparato e provato”.

Redazione
Author: Redazione

Lascia un commento