Basket

I rossoblu tornano al successo contro l’Adriatica Industriale con una grande prestazione di Corral, 22 pti e Rocchi, 21 pti ma anche dell’under Graziano, 10 pti.

CJ BASKET TARANTO – ADRIATICA INDUSTRIALE CORATO 88-64

CJ Basket Taranto: Diego Corral 22 (5/11, 3/6), Simone Rocchi 21 (4/6, 3/5), Mattia Graziano 10 (5/5, 0/1), Santiago Bruno 8 (1/1, 2/5), Enzo damian Cena 8 (0/3, 2/2), Francesco Villa 7 (1/1, 1/4), Gianmarco Conte 5 (2/5, 0/4), Luca Sampieri 5 (2/2, 0/1), Francesco D’agnano 2 (1/1, 0/0), Andrea francesco Liace 0 (0/0, 0/0), Francesco Gaeta 0 (0/0, 0/0), Marcello Piccoli 0 (0/0, 0/0). All. Olive.

Adriatica Industriale Corato: Mauro Stella 18 (4/5, 3/7), Ilia Boev 13 (6/10, 0/0), Lazar Trunic 11 (1/5, 2/2), Giorgio Artioli 8 (2/5, 1/4), Francesco Infante 4 (2/4, 0/1), Pasquale Battaglia 3 (1/3, 0/3), Efe Idiaru 3 (0/0, 1/3), Aleksandar Mrgic 3 (0/1, 1/3), Giovanni Gambarota 1 (0/1, 0/1), Salvatore Sgarlato 0 (0/0, 0/0), Daniel Del tedesco Alves 0 (0/0, 0/0). All. Putignano.

Arbitri: Umberto Giambuzzo di Ortona (CH) e Davide Valletta di Montesilvano (PE). Parziali: 16-15, 15-17, 26-15, 31-17. STAT TA – Tiri liberi: 13 / 17 – Rimbalzi: 29 8 + 21 (Gianmarco Conte 9) – Assist: 22 (Francesco Villa 8). STAT CO – Tiri liberi: 8 / 18 – Rimbalzi: 39 14 + 25 (Ilia Boev 11) – Assist: 15 (Giorgio Artioli, Pasquale Battaglia 4).

Habemus vittoria! Non poteva che essere il giorno della festività delle Palme a far riappacificare il CJ Basket Taranto con la vittoria. Che arriva anche in maniera perentoria nel punteggio, 88-64, contro l’Adriatica Industriale Corato nella 25sima giornata del campionato di serie B Old Wild West 2022/23 girone D.

Un successo che arriva dopo quasi due mesi e 6 sconfitte consecutive che rilancia il CJ Taranto in classifica e si spera possa essere una importante iniezione di fiducia soprattutto psicologica in vista del finale di regular season per una squadra che non ha smesso mai di lavorare e di credere in se stessa. Inizio non facile, l’assenza di Piccoli e i cm dei corazzieri di Corato si sono fatti sentire sotto le plance orchestrati dalla mano sapiente di Mauro Stella, poi col passare del tempo, l’ingresso di Cena dalla panchina non al meglio hanno rimesso in chiaro i valori, Taranto è uscita alla distanza trascinata dall’ultimo arrivato Simone Rocchi capace di 21 punti (terza gara di fila in doppia cifra), salito di tono anche Diego Corral top scorer con 22 punti e poi oltre ai vari Conte, Villa, Bruno, a fare la differenza ci hanno pensato gli under da Sampieri a D’Agnano passando soprattutto per Graziano che ha messo a referto la sua prima doppia cifra, 10 punti e tante giocate decisive con tanto di schiacciata come punto esclamativo.

Coach Olive parte con la novità Rocchi in quintetto con Villa, Conte, Corral e Bruno; l’ex coach Putignano risponde con l’altro ex Gambarota, Boev, Stella, Artioli e Trunic.

Inizio con mani “fredde” per entrambe le squadre, il primo canestro è ospite, di Stella. Taranto trova il primo “gol” con la tripla di Corral dopo quasi 2’ ma va subito avanti anche con un ispirato Rocchi che segna 4 punti per il 7-2. La reazione di Corato è nelle mani del solito Stella, tripla e altri 5 punti che offrono il là per il contro break ospite che vanno al sorpasso, 9-10 con Boev. Il centro di Corato è un fattore, specie in contumacia Cena, Taranto lo soffre, suoi i canestri nel pitturato che portano avanti le canotte verdi sul +4. Coach Olive corre ai ripari e mette dentro proprio Cena. Boev limitato incorre in due falli e deve uscire. Taranto può così rientrare con la tripla da angolo di Villa, i liberi di Corral firmano il controsorpasso sulla sirena del primo quarto, 16-15 CJ.

C’è però Infante dentro per Corato, sua la schiacciata che apre il secondo quarto. Buona la risposta, come al solito, di Graziano dalla panchina, c’è anche il canestro di capitan Conte ma Taranto non riesce a dare continuità e così quando Idiaru e Trunic segnano due canestri in fila da tre Corato si ritrova di nuovo davanti 20-25. Coach Olive si affida di nuovo alla panchina e a un altro giovane, Sampieri che ha impatto, canestro subito, poi un libero che tiene Taranto in scia, utile per la tripla del sorpasso di Bruno del 28-26. Il finale di quarto è però di Corato a cui bastano un paio di liberi di Artioli per restare in scia e poi andare all’intervallo davanti con schiacciata di Boer per il 31-32.

Al rientro dagli spogliatoi è di Stella il primo canestro, capitano per capitano, risponde Conte. Poi si apre il festival delle triple: inizia Corral con una doppietta dall’arco con Taranto che ribalta il punteggio, continua Artioli per Corato ma Rocchi ne infila una terza rossoblu, Stella ancora da tre e gli ospiti tornano magicamente a -1. Ma Taranto è adesso in ritmo e in fiducia, e attacca con convinzione il canestro, Corral chiude un gioco da 2+1, poi recupera e lancia in contropiede Graziano che schiaccia una palla che è un segnale per Corato. Che infatti reagisce, con una tripla di Mrgic. Il CJ non perde la testa e la concentrazione, anzi ritrova un’altra tripla di Rocchi in un finale di terzo quarto chiuso ancora da un Graziano in serata di grazia per il 57-47 Taranto, massimo vantaggio.

A inizio ultimo quarto il CJ azzanna la partita e lo fa con la tripla di Corral. Corato perde un po’ la testa, Battaglia si becca un tecnico per proteste, a rimettere la barra a dritta ci pensa il solito Stella con la tripla del -9 ma Taranto non si scompone, continua a giocare alternando giocate dentro a circolazione dall’arco con Villa e ancora Graziano che poi recupera e restituisce il favore a Corral che infila un’altra schiacciata della sua serata. Sul +15 coach Putignano prova a mettere un freno alla trance rossoblu chiamando timeout ma non ci riesce perché Taranto con la spinta del Tursport resta dentro la partita fino alla fine trascinata da Rocchi, Graziano e Corral. Il tiro della staffa lo mettono gli altri due argentini, prima Cena e poi Bruno per il +22. Coach Olive concede spazio e possessi a tutti gli under, anche Liace e Gaeta e non poteva che essere uno di loro D’Agnano a firmare l’88-64 finale.

E adesso nemmeno il tempo di esultare tanto per la vittoria ritrovata. C’è il turno infrasettimanale pasquale, mercoledì prossimo, in trasferta, a Teramo in serale.

Foto: Valentina Funetta

Redazione
Author: Redazione

Lascia un commento