Basket

Con un’altra superba prestazione, l’Angiulli Bari schianta la Virtus Galatina anche nella partita di ritorno aggiudicandosi il passaggio alla semifinale playoff nella quale dovrà vedersela con la prima della classe del girone A, il Cus Foggia, un’altra delle favorite alla promozione in serie C.

Stessi quintetti iniziali della partita d’andata per entrambe le squadre e subito in evidenza le bocche da fuoco, Mariani e Leo Ruotolo per i padroni di casa e Provenzano e Calasso per gli ospiti. E’ proprio il capitàno della Celeste a colpire subito da tre per due volte, mentre Provenzano mostrava nuovamente la sua classe ribattendo colpo su colpo e tenendo i salentini a stretto contatto.

Era proprio coach Zotti a chiamare il minuto di sospensione, pur avanti per 14-13, a 2’42” dal termine dopo una serie di errori dei suoi ragazzi, che al rientro in campo si presentavano rinfrancati e colpivano nuovamente dalla lunghissima con il play Mariani, mentre gli ospiti erano molto precisi dalla linea della carità. Al primo riposo si andava con i baresi avanti per 23-19, con Leo Ruotolo a referto con 10 punti e Mariani con 9, mentre per Galatina a segno Provenzano con 9, Calasso con 6 e il capitano Stefanizzi con 4

Anche il secondo quarto era molto equilibrato, ma mentre l’Angiulli colpiva con tutti i suoi giocatori, l’unico strepitoso baluardo della Virtus era il solito Provenzano, autore di giocate pregevoli soprattutto dalla lunga distanza, con Calasso invece frenato dai falli e dall’attenta e feroce difesa di Scavo. Zotti dava ancora fiducia al giovanissimo 2006 Rubino, che lo ripagava subito con due canestri consecutivi di cui uno dopo un rimbalzo d’attacco ad altezza siderale. All’intervallo lungo si andava con Bari avanti 44-39, con Provenzano autore di ben 22 punti, seguito da Leo Ruotolo con 16 e da Mariani con 13

Nel terzo quarto il gioco era meno spettacolare, molti errori da ambo le parti e pochi punti realizzati. Zotti concedeva un po’ di riposo ai suoi fuoriclasse e il giovane Riganti assumeva il comando delle operazioni con due triple spacca partita e 8 punti nel parziale che scavavano un altro piccolo solco tra le due formazioni. Galatina riusciva a segnare nell’intero quarto solo due canestri su azione, una tripla del valoroso seppur acciaccato Stefanizzi e un canestro del solito Provenzano, mentre il resto solo su tiri liberi. All’ultimo riposo breve il tabellone diceva 59-51 per l’Angiulli Bari.

Il periodo finale vedeva i padroni di casa elevare di molto l’intensità difensiva, Galatina molto provata subiva gli assalti dello scatenato attacco barese che colpiva a ripetizione con incredibile precisione. Altre quattro triple a referto con Leo Ruotolo, Mariani e Riganti alla sua miglior partita dell’anno. Sette minuti furiosi che portavano l’Angiulli al massimo vantaggio di venti punti sull’ 82-62

Negli ultimi minuti i due allenatori concedevano spazio alle seconde linee e la partita si chiudeva con la vittoria dell’Angiulli per 91-70, che staccava così il pass per la semifinale tra il tripudio dei caldissimi tifosi, irrinunciabile supporto ad ogni partita, che non hanno smesso un attimo di incitare i propri beniamini.

I migliori in campo, da una parte Leo Ruotolo con 26 punti e 5 triple, Mariani autore di una bellissima doppia doppia da 19 punti e 10 rimbalzi, il già citato Riganti con 15 punti e il sempre prolifico Alessandro Ruotolo con 10 punti e 9 rimbalzi, dall’altra il top scorer Provenzano con 32 punti e il capitano Stefanizzi con 18

I tabellini dell’incontro:

ANGIULLI BARI 91
VIRTUS BK GALATINA 70

Parziali: (23-19 ; 21-20 ; 15-12 ; 32-19)
Progressivi: (23-19 ; 44-39 ; 59-51 ; 91-70)

ANGIULLI BARI
Ruotolo L. 26, Mariani 19, Riganti 15, Ruotolo A. 10, Scavo 9, Rubino G. 6, Bozzi 4, Cucurachi 2, D’Abbicco, Triggiani, Totino, Marti n.e. (all. Zotti)

VIRTUS BK GALATINA
Provenzano 32, Stefanizzi 18, Calasso 8, Toma 4, Spada 2, Scalese 2, Forte 2, Schito 2, Cortinovis, Murrone, Bianco (all. Argentieri)

 

Foto: Massimiliano Aiello

Lascia un commento