Calcio

Vittoria meritata e la capolista se ne va.

A Catanzaro, i biancorossi vincono, in rimonta, con merito grazie ai gol realizzati da Antenucci ( rigore) e un super gol di D’Errico. A sette giornate dal termine, i biancorossi aumentano il loro vantaggio proprio sul Catanzaro secondo (+10) e sulla Virtus Francavilla terza (+11).

La formazione del Bari:

Polverino in porta dal primo minuto a difendere la porta visto l’infortunio del titolare Frattali. Torna dal primo minuto il numero dieci Rubén Botta, Galano inizialmente in panchina.

Il match:

Al “Ceravolo” scendono in campo le squadre accolte da una bella cornice di pubblico con cinquecento tifosi giunti dal capoluogo pugliese.

Maglia rossa con risvolti e numeri gialli per i ragazzi dell’ex mister Vincenzo Vivarini, maglia blu con risvolti e numeri bianchi per i ragazzi di mister Mignani.

Avvio di marca ospite che al 4’ si rendono subito insidiosi: sponda di Terranova, di testa, per Antenucci che schiaccia troppo il pallone permettendo la respinta della difesa calabrese.

Al 15’ la risposta dei padroni di casa; Botta perde un pallone sanguinoso a centrocampo, due passaggi e Biasci si trova solo, ma defilato, tiro sul primo palo sull’esterno della rete.

Sei minuti più tardi, il vantaggio dei giallorossi: su calcio d’angolo, grave errore della difesa nelle marcature e Fazio, di testa, anticipa tutti e fa 1-0.

Il Bari c’è e reagisce: clamorosa occasione alla mezz’ora; D’Errico scappa sulla fascia, palla per Antenucci, tiro respinto, sulla ribattuta Cheddira si divora il pareggio calciando fuori con la porta spalancata.

Al 36’ ,lo stesso numero undici, prova a farsi perdonare, scambio con Maita e tiro improvviso che lambisce il palo.

Al 40’ calcio di rigore per il Bari: Bayeye atterra Ricci ( ingenuo), due minuti più tardi è freddo Mirko Antenucci nella trasformazione: è 1-1, risultato con cui termina il primo tempo.

Inizia la ripresa con un doppio cambio per i pugliesi: out Belli e Botta per Mazzotta e Botta.

Pronti, via ed il Bari passa in vantaggio: trenta secondi, D’Errico, finta e boom, tiro a giro, di destro, che si infila sotto l’incrocio.

Mister Mignani costretto al terzo cambio al 50’, si fa male Ricci al suo posto Di Cesare.

Al 55’, in contropiede, Cheddira si divora il colpo del ko, in un tre contro due non sfruttato a dovere, calciando alto sopra la traversa dal limite dell’area di rigore, in posizione centrale.

Pugliesi falcidiati dagli infortuni muscolari, si fa male anche Galano, al suo posto Mallamo.

Doppio cambio per mister Vivarini a metà secondo tempo: fuori Verna e Biasci per Carlini e Iemmello.

I calabresi ci provano, Polverino risponde presente in due occasioni.

Finale concitato, il Bari regge bene e fa festa.

La promozione e la serie B si avvicinano.

CATANZARO-BARI 1-2
21’ Fazio (C), 42’ Antenucci (rig) (B), 1’s.t. D’Errico (B)

Catanzaro (3-5-2): Nocchi, Scognamillo, Martinelli (c), Fazio, Bayeye, Sounas (37’s.t. Cianci), Verna (22’s.t.), Cinelli (29’s.t. Maldonado), Vandeputte, Vazquez, Biasci (22’s.t. Iemmello)

A disp.: Romagnoli, Branduani, Tentardini, Welbeck, Bombagi, Bjarkason, Gatti, Rolando.

All. V. Vivarini

Bari (4-3-1-2): Polverino, Belli (1’s.t. Mazzotta), Terranova, Gigliotti, Ricci (5’s.t. Di Cesare), Maita, Maiello, D’Errico, Botta (1’s.t. Galano-16’s.t. Mallamo), Antenucci (c)(45’s.t. Scavone), Cheddira

A disp.: Plitko, Bianco, Simeri, Misuraca, Daddario, Paponi.

All. M. Mignani

Marcello Mancino (ufficio stampa Sportale)

Lascia un commento