Basket

Terza partita e terzo successo per la squadra di coach Zotti contro la Mediterranea Cerignola ancora all’asciutto di vittorie.

Nel posticipo disputato alla palestra Lasala nella tarda serata di martedì, con meno spettatori del solito causa proprio l’orario insolito (ma i tifosi presenti guidati dal magico tamburo del capo ultrà hanno offerto il solito caldissimo tifo ai loro ragazzi), l’Angiulli Bari ha sciorinato una prova straripante.

I volenterosi ragazzi di coach Menduni segnavano il primo punto dopo ben 4’24” con Rinaldi dalla lunetta, ma resistevano comunque per tutto il quarto, chiuso alla fine in perfetta parità sull’ 11-11 e con ben cinque giocatori a segno nonostante il basso punteggio, mentre per i padroni di casa era Bozzi in serata di grazia con 6 punti.

Nei primi tre minuti del secondo quarto, nessun punto realizzato da ambo le parti e Cerignola in vantaggio (unica volta nella partita) grazie ad una tripla del capitàno Digiorgio a 7’20” dalla fine. Ma improvvisamente l’Angiulli premeva sull’acceleratore e in meno di un minuto ribaltava il punteggio sul 18-14, costringendo la panchina ospite a chiamare un minuto di sospensione. La musica però era la stessa e Bozzi violava a ripetizione la retina avversaria con i suoi contropiedi ficcanti. All’intervallo lungo erano ben 16 i suoi punti a referto con l’Angiulli in vantaggio 34-23

Il terzo periodo si apriva con una tripla del solito Bozzi che dava il via al nuovo mortifero break angiullista, coadiuvato da capitàn Ruotolo, Riganti e da un Cucurachi dominante nel pitturato, mentre Ale Ruotolo era costretto ad abbandonare il campo per una gomitata fortuita di Rizzi che gli procurava la sospetta frattura del setto nasale. A metà quarto Menduni era costretto nuovamente al minuto di sospensione sul punteggio di 51-26 per l’Angiulli, ma la situazione non cambiava ed il parziale alla terza sirena diceva 27-7 per i baresi, con tutti e sette i punti cerignolani realizzati dal giovane Tricarico, il migliore in campo dei suoi. Il tabellone recitava un impietoso 61-30 per i celesti baresi.

L’ultimo quarto era solo accademia, Zotti dava spazio a tutto il roster e i suoi ragazzi
continuavano a macinare gioco con gli avversari visibilmente allo sbando. Altro duro parziale e punteggio finale di 80-38 per l’Angiulli Bari, unica squadra a punteggio pieno del girone A. Migliore in campo senza dubbio Peppe Bozzi con i suoi 26 punti, 7 rimbalzi e 5 palle recuperate, seguito dal lungo Cucurachi con 15 punti (7/10 al tiro) e 7 rimbalzi, da Leo Ruotolo con 12 e un ottimo Riganti con 10, mentre per gli ospiti miglior realizzatore Tricarico con 12 punti.

I tabellini dell’incontro:

ANGIULLI BARI 80
MEDITERRANEA CERIGNOLA 38

Parziali: (11-11 ; 23-12 ; 27-7 ; 19-8)
Progressivi: (11-11 ; 34-23 ; 61-30 ; 80-38)

ANGIULLI BARI
Bozzi 26, Cucurachi 15, Ruotolo L. 12, Riganti 10, Mariani 7, Ruotolo A. 4, Scavo 2, Rubino G. 2, Totino 2, Marti, Triggiani (all. Zotti)

MEDITERRANEA ’92 CERIGNOLA
Tricarico 12, Dinoia 6, Russo 5, Rinaldi 4, Raddato 4, Digiorgio 3, Ciffo 2, Lamonarca 2, Rizzi (all. Menduni)

 

Foto: Massimiliano Aiello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment