Basket

La commedia di Eduardo De Filippo “Napoli Milionaria” si conclude con una celebre battuta che Gennaro per rincuorare la moglie Amalia angosciata dalla salute della figlia e dalle tante ferite lasciate dalla guerra su tutti loro, pronuncia: ‘S’ha da aspettà, Ama’. Ha da passà ‘a nuttata’”.

L’AP Bricocasa torna da Brindisi sconfitta ma a testa alta per aver disputato buona parte della gara alla pari della Dinamo formazione costruita per disputare un campionato di vertice. La citazione di apertura è calzante perché nella gara, il rientrante post infortunio Marcello Loprieno in contropiede inseguito da un avversario che tenta di stopparlo cade rovinosamente riportando la frattura della seconda falange della mano sinistra.

Così il Presidente Onofrio Lamanna: “Sembra essere nella commedia di Eduardo, prendiamo anche noi la tazzina di caffè che Gennaro offre ad Amalia accompagnata dalla celebre espressione di pronta saggezza. Passerà anche questa, sappiamo bene che lo sport nelle sue varie espressioni riserva gioie e dolori in alternanza senza continuità, quindi non ci perdiamo d’animo perché è Adda passà a nuttata. Nel frattempo verificheremo la possibilità di integrare il roster.”

Ritornando alla gara segnaliamo la prova delle guardie brindisine Staselis 27 punti e Kibilsis 18 entrambi la scorsa stagione protagonisti in C Gold, sul fronte monopolitano cresce la qualità del giovane lungo Alexander Vitanov 18 punti, buona la sua prestazione. A ranghi ridotti coach Romano ha riportato i suoi in palestra per preparare la difficile gara contro Calimera formazione satellite del nuovo fenomeno cestistico del basket salentino che è Nardò.

Abbiamo sentito Aleksandar Vitanov che sta affrontando il suo primo campionato senior.

Quest’ anno affronti il tuo primo campionato senior in Italia, quali sono le difficoltà che ti sei trovato ad affrontare e le differenze con il settore giovanile?

«Questo è il mio primo anno nel campionato maschile in cui ho più tempo per giocare e ho l’opportunità di giocare meglio. La differenza rispetto a giocare con l’U19 è grande perché è in quel campionato è più facile avere più spazio, qui incontro giocatori con molta esperienza ed è difficile giocare contro di loro».

Come giudichi l’andamento della squadra in questi primi due mesi di campionato?

«Quando recupereremo gli infortunati e avremo una buona forma fisica penso che potremo fare molto bene in campionato. La squadra ha giocatori esperti che aiutano i più giovani e l’affiatamento tra di noi sta migliorando e questo darà risultati nelle prossime partite».

Quali sono le tue aspettative personali all’ interno di questa squadra?

«Ho l’opportunità di mostrare il mio gioco, per me è importante che l’allenatore abbia la mia fiducia così come i miei compagni di squadra. Cercherò di seguire il più possibile le richieste del coach. Faccio infine un ringraziamento particolare alla società per la cura e l’impegno che danno alla squadra».

Appuntamento sabato alle 18:30 presso la Tendostruttura contro la Basket Academy Nardò.

(ufficio stampa Sportale)

Foto: Flippo Danese

Redazione
Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment