Pallavolo

Torna a vincere la Lavinia Group Volley Trani, che in quel di Chieti vince 3-0 (22-25, 18-25, 26-28) ed esce dalla zona rossa della classifica.

Come preventivato alla vigilia il match in terra abruzzese è stato difficilissimo, intenso e molto combattuto.

Nel primo e terzo set le ragazze di coach Mazzola hanno dovuto risalire la china dopo un inizio difficile, mostrando ancora una volta grinta e carattere da vendere.

La grande prestazione di squadra finalmente porta punti in dote alle biancoblu, che fanno un bel balzo in classifica ed ora possono guardare con ancor maggiore fiducia al futuro, a cominciare dalla partita in programma domenica in casa contro Teramo.

Classico Starting VI per coach Mazzola con la recuperata Curci dall’inizio, ma lo “start” è in salita, con le teatine più reattive che provano l’allungo.

Capitan Montenegro suona la carica e i suoi punti tengono Trani attaccato al match, fino al sorpasso al fotofinish che vale il 23-25.

Altro approccio nel secondo parziale, con Arianna Giannone sugli scudi a guidare la squadra.

La Lavinia Group Volley Trani in questo parziale entra in maniera perfetta negli 81 metri quadri e subito mettono in chiaro le cose, con le padrone di casa mai veramente nel set. Il 18-25 finale è la naturale conseguenza di questo dominio.

 

Terzo e decisivo parziale, stesso leitmotiv del primo, con le abruzzesi determinate a prolungare il match e Trani ad inseguire. In un emozionante punto a punto le due squadre arrivano sino ai fatidici “25”, ma ciò non basta e si va ad oltranza. Qui le ragazze di coach Mazzola sono lucide e un ace chirurgico di La Notte consegna il game, set e match per il 26-28 finale.

 

Prova maiuscola della Lavinia Group Volley Trani che replica le buone uscite delle partite precedenti ma questa volta torna con l’intera posta in palio dall’Abruzzo. Una vittoria che fa morale ma soprattutto classifica, le biancoblu ora sono al nono posto in graduatoria e domenica aspettano Teramo.

Redazione
Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment