Basket

Battaglia doveva essere e battaglia è stata, partita importantissima e punti in palio pesantissimi.

Nell’Angiulli rientravano Stano ed il capitano Leo Ruotolo ancora acciaccato, Fortitudo con il forte centro lettone Scerbinskis che non era presente all’andata.

Partivano forte i tranesi portandosi subito in vantaggio 2-8, con l’Angiulli che recuperava di slancio la parità con due liberi di Genchi. Improvvisamente si accendeva proprio Scerbinskis, giocatore molto tecnico, che prima con una tripla e poi con tre canestri da sotto consecutivi più un libero allo scadere, fissava il 15-21 per la sua squadra alla prima sirena.

Nel secondo quarto era il rientrante Stano a dare la carica ai suoi (12 punti per lui all’intervallo) ed infatti la squadra rispondeva alla grande.

Proprio capitan Ruotolo, sin lì intangibile, operava il sorpasso a 6’50” dal termine sul 24-23 con il suo primo canestro dell’incontro.

Per Trani rispondevano l’ottimo Totagiancaspro e Ciciriello, ma nonostante la zona ordinata da Totaro, le triple di Genchi, Scavo e Ruotolo chiudevano il secondo periodo in perfetta parità 36-36.

Al rientro in campo gli uomini più attesi da coach Zotti, Mariani e Ruotolo, decidevano di imprimere una svolta importante alla partita.

Il primo realizzava nel periodo ben 14 punti con un immacolato 9/9 dalla lunetta, il secondo tre triple esplosive delle sue, mentre il solito Totagiancaspro si dannava per tenere a contatto la Fortitudo.

Il quarto si chiudeva con l’allungo dei biancoazzurri baresi sul 60-51.

L’ultimo decisivo periodo era un’autentica battaglia, con Trani decisa a recuperare lo svantaggio con l’aiuto di una difesa durissima.

Il suo alfiere Totagiancaspro duellava con Ruotolo a suon di triple, per il capitáno barese il canestro era ormai una vasca da bagno (per lui nel secondo tempo un incredibile 6/7).

Il 55 tranese prendeva in mano la sua squadra realizzando ben 15 punti dei 21 messi a segno nel quarto dai suoi, cercando ripetutamente l’aggancio che avveniva a 2’45” dal termine sul 68-68 grazie ad una bomba di Piemontese.

Capitan Ruotolo però colpiva subito sempre da tre riportando l’Angiulli avanti sul 71-68.

Sul ribaltamento Totagiancaspro realizzava da due a 1’24” dalla fine e sul 71-70 coach Zotti chiamava sospensione per far rifiatare i suoi ragazzi e preparare gli ultimi possessi.

Ma sulla rimessa Mariani consegnava inopinatamente il pallone proprio all’indemoniato folletto tranese che senza indugio realizzava il canestro del sorpasso per il 71-72.

Bari non riusciva a segnare, ma poi riconquistava il pallone con una grande difesa, costringendo gli ospiti all’infrazione dei 24 secondi. Nell’ultimo attacco Mariani riscattava ampiamente l’errore precedente, realizzando un’incredibile tripla da 8 metri.

A soli 18″ dal termine, sotto di due punti, coach Totaro chiamava sospensione e nell’ultima azione la palla finiva nelle mani di Totagiancaspro che veniva prontamente circondato dalla difesa Angiulli, attentissima a non commettere fallo, riuscendo a passare la palla a Barbera per il tiro del pareggio.

La palla colpiva però il ferro e Scavo era il più lesto ad appropriarsene, sancendo la vittoria dei padroni di casa per 74-72 tra la bolgia del caldissimo e sempre rumorosissimo tifo del pubblico di casa, autentico trascinatore e sesto uomo in campo, guidato dal capo ultrà Dario Daniele, infaticabile con il suo magico tamburo.

Per l’Angiulli ottima prova, soprattutto nel secondo tempo, per Leo Ruotolo con 23 punti e sette triple nonostante l’infortunio.

Grande prestazione anche per Mariani con 19, per il rientrante Stano con 14 e solito grande contributo dei guerrieri Scavo e Genchi.

Per la Fortitudo, a cui va l’onore dei vinti, su tutti il giovanissimo Enrico Totagiancaspro, autore di una prestazione da 29 punti che lo premia come miglior realizzatore e miglior giocatore della partita nonostante la sconfitta. Menzione anche per Scerbinskis autore di 16 punti. Sottotono invece gli attesi Logoluso e Di Lauro.

Due punti d’oro che valgono doppio per la banda Zotti, attesa sabato prossimo dalla stracittadina sul parquet del Cus Bari.

I tabellini dell’incontro:

ANGIULLI BARI 74
FORTITUDO TRANI 72
Parziali: (15-21 ; 21-15 ; 24-15 ; 14-21)
Progressivi: (15-21 ; 36-36 ; 60-51 ; 74-72)

Arbitri: Settembre (Gravina in Puglia) e Ricciardi (Santeramo in Colle)

ANGIULLI BARI
Ruotolo L. 23, Mariani 19, Stano 14, Scavo 7, Genchi 7, D’Abbicco 2, Ruotolo A. 2, Riganti, Triggiani, Venezia n.e., Germanà n.e., Rubino G. n.e. (all. Zotti)

FORTITUDO TRANI
Totagiancaspro 29, Scerbinkis 16, Barbera 5, Ciciriello 4, Di Savino 4, Logoluso 4, Piemontese 3, Ferilli 3, De Sario 2, Di Lauro 2, Cartago n.e. Storelli n.e. (All. Totaro)

Massimiliano Aiello (ufficio stampa Sportale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment