Basket

I nerazzurri debuttano con una prestazione in crescendo che vale la netta vittoria sul Pescara Basket. Mercoledì trasferta a Ruvo per il secondo turno

Successo limpido per i Lions Bisceglie all’esordio stagionale. I nerazzurri di coach Luciano Nunzi si sono imposti sul Pescara Basket nella gara valida per l’accesso ai sedicesimi di Supercoppa Old Wild West, giocata sabato sera sul parquet del PalaDolmen in condizioni climatiche decisamente complicate a causa dell’elevata temperatura. Una prestazione in crescendo, quella sfoderata dal gruppo biscegliese, efficace e convincente sotto diversi aspetti del gioco benché ancora in fase di rodaggio. Le appena tre settimane di lavoro svolto, specialmente sul piano fisico, hanno fornito comunque elementi interessanti che squadra e staff tecnico potranno approfondire e sviluppare in vista dell’inizio del prossimo campionato di Serie B.

La partita con il Pescara Basket – assente l’esperto centro Andrea Capitanelli – è scivolata via gradevolmente nei primi due periodi: il giovane collettivo abruzzese ha tenuto testa ai Lions, toccando anche le quattro lunghezze di vantaggio in apertura (10-14) e retto l’urto con Del Sole e Maralossou sugli scudi in una prima metà di partita da 44 punti realizzati con il 53% al tiro. Bisceglie ha saputo far meglio e fin dai minuti iniziali del secondo quarto (31-23) si è preparata alla fuga con il contributo notevole di Stefano Borsato (quattro triple) e Marco Pieri (9/10 dal campo). Gli ospiti, con il capitano Andrea Grosso utilizzato per 16 minuti, hanno opposto una resistenza sempre meno strenua e quando Vavoli (5/5 al tiro, 6 assist) e compagni si sono prodotti nell’allungo decisivo è parsa evidente la piega che la gara avrebbe preso. L’eloquente 33-11 della terza frazione ha mandato in archivio il discorso qualificazione ma il match, negli ultimi dieci minuti, non è sceso di intensità: merito dei protagonisti che hanno sfruttato l’opportunità di mettere alla prova ulteriori situazioni di gioco. Il canestro pesante del biscegliese Mastrodonato ha consentito ai Lions di toccare la tripla cifra mentre la doppia, per bottino personale, l’hanno raggiunta in cinque compresi il capitano Filiberto Dri e l’under Armando Verazzo. Prestazioni di buona fattura quelle del playmaker Gabriel Dron, dell’ala Matteo Bini e del pivot Marcelo Dip. Minuti nelle gambe anche per Ferdinando Provaroni.

I Lions sfideranno in trasferta Ruvo mercoledì 14 settembre alle ore 20:30 nel confronto in programma al palasport di viale Colombo con in palio il pass per gli ottavi di finale della competizione.

 

LIONS BISCEGLIE-PESCARA BASKET 106-70

Lions Bisceglie: Dron 7, Dri 10, Chiti 17, Bini 9, Dip 6, Borsato 18, Vavoli 10, Pieri 18, Verazzo 8, Mastrodonato 3, Provaroni. All.: Nunzi.

Pescara Basket: Grosso, Maralossou 16, Perella 3, Del Sole 26, Seye 4, Fasciocco 15, Del Prete 3, Pucci 3, Masciopinto. N.e.: Ciampoli. All.: Cova.

Arbitri: Palazzo di Campobasso, Servillo di Termoli (Campobasso).

Parziali: 28-23; 53-44; 86-55.

Note: uscito per cinque falli Seye. Tiri da due: Lions Bisceglie 32/47, Pescara 16/39. Tiri da tre: Lions Bisceglie 9/21, Pescara 7/19. Tiri liberi: Lions Bisceglie 15/18, Pescara 17/26. Rimbalzi: Lions Bisceglie 37, Pescara 31. Assist: Lions Bisceglie 20, Pescara 5.

Foto: C. Pellegrini

Redazione
Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment