Basket

L’allenatore rossoblu analizza la vittoria contro Cassino: “Fondamentale la circolazione di palla e la difesa nei primi due quarti”

Due punti importanti, una vittoria non facile viste le premesse con Ponziani out e qualche acciacco di troppo. Bella prova di forza del CJ Basket Taranto che ha sconfitto Cassino domenica scorsa facendo un altro passo importante verso la sicurezza dei playoff e, contemporaneamente, giocarsi una chance di una buona griglia in post season.

Di tutto questo ma innanzitutto della prova dei suoi ragazzi ha parlato coach Davide Olive nella sua consueta analisi post gara partendo dalla chiave per vincere, il tiro dalla distanza: “Per tirare bene dal perimetro, come abbiamo fatto noi, devi fare una buona circolazione di palla e non è facile con una squadra come Cassino, che tende a provare a spezzare il tuo ritmo in attacco. Infatti, i primi minuti abbiamo avuto difficoltà a far girare la palla. Poi abbiamo capito che andava mossa in velocità, attaccando la loro difesa per creare successivamente degli scarichi e facendo tirare in maniera pulita i nostri tiratori che lì hanno generato il solco. In difesa credo ci sia stata una grande prova nei primi due quarti da parte di tutto il gruppo”.

In attesa del big match di sabato prossimo, nell’anticipo pasquale sul parquet di Bisceglie, è impossibile non chiedere a coach Olive di dare uno sguardo al rush finale di regular season e quello che a post season: “Ci siamo sicuramente per le zone alte della classifica, siamo in un buon momento e vogliamo continuare per farci trovare pronti ai playoff. La griglia onestamente non riesco ad immaginarla perché ci sono tanti scontri diretti nelle prossime giornate, che non ci riguardano personalmente. L’unico nostro scontro diretto sarà contro Bisceglie (sabato alle ore 20, ndr). Viviamo alla giornata senza nascondere che vogliamo essere nelle zone alte per regalare al pubblico di Taranto quante più soddisfazioni possibili, che peraltro si merita visto il calore dimostrato domenica”.

Redazione
Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment