Calcio

Stop interno inopinato per le modalità: i biancazzurri, in vantaggio 2-0 all’intervallo, si sono fatti rimontare e superare dai garganici

Un tempo per parte, a farla breve, con la differenza che nella ripresa gli avversari hanno saputo capitalizzare meglio le occasioni.

La Virtus Bisceglie si è fatta rimontare e battere da un Real San Giovanni Rotondo che non ha mai smesso di crederci, nemmeno sotto di due reti. Gara gradevole, al “Di Liddo”, nonostante il condizionamento del forte vento che non ha reso la vita facile ai protagonisti sul terreno di gioco. Il punteggio è cambiato dopo appena cinque minuti grazie ad un preciso rasoterra di Mattia Di Franco, che non ci ha pensato due volte calciando subito il pallone reso vagante da un errato disimpegno difensivo dei garganici: botta secca all’angolino, nulla da fare per il portiere ospite.

Il Real San Giovanni ha reagito con un destro alzato in corner da Napoletano e un colpo di testa pericoloso su azione da bandierina (palla fuori) ma la Virtus si è fatta ancora avanti con Di Pinto su calcio piazzato e un’occasione ghiotta fallita da Binetti a tu per tu con l’estremo del San Giovanni (17’).

Il raddoppio biscegliese si è materializzato a metà frazione (22’): gran tiro del capitano Tommasi dalla distanza. Un’altra buona opportunità per Di Pinto al 36’ a seguito di un tiro d’angolo ha chiuso la frazione. Involuta e impacciata, al contrario, la versione biancazzurra nella ripresa: Napoletano si è opposto a due tentativi ravvicinati (al 47’ e al 51’) che sono sembrati quasi avvisaglie del successivo sviluppo del match.

Il Real San Giovanni ha accorciato le distanze al 58’ con Melchionda in mischia su corner e tre minuti più tardi ha trovato il pari in contropiede (quasi un controsenso) con il tiro “sporco” di Pollino che ha beffato Napoletano.

L’inzuccata debole del subentrato Pisani (74’) ha preceduto il sorpasso dauno, firmato da Petruccelli al 77’ con una zampata sugli sviluppi di un calcio piazzato. Scossi per il ribaltone, i biancazzurri non sono riusciti a produrre una reazione efficace.

Virtus in dieci dall’85’ per l’espulsione di Natale Todisco (fallo da ultimo uomo).

Il triplice fischio dell’arbitro ha sancito la tredicesima sconfitta stagionale per il team biscegliese.

Redazione
Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment