Basket

Torna sul parquet l’Angiulli Bari, dopo due rinvii consecutivi per impraticabilità di campo, al cospetto dell’Assi Brindisi al PalaZumbo.

Senza il capitáno Leo Ruotolo e senza il lungo Cucurachi, i ragazzi di Zotti mettevano in campo il cuore, reggendo due quarti e mezzo al cospetto della forte compagine del presidente Vincenzo Guadalupi.

Primo quarto bellissimo con gli ospiti che partivano a tutta con un eloquente 0-8 firmato da Giulio Mariani con un lay up e due triple stratosferiche.

Il primo squillo biancorosso arrivava solo dopo tre minuti con una tripla dall’angolo di Donatas Jonikas, forte ala pivot lituana di Gargždai, vecchia conoscenza dei campionati minors italiani, al suo 18° campionato nel nostro paese.

Anche l’altro straniero brindisino, il serbo Sinisa Cvetanovic, decideva di entrare in partita riportando a contatto i suoi. Era però una tripla di Polifemo a siglare la parità sul 10-10 a metà del periodo.

Gli ospiti non si davano per vinti, Genchi e Stano provavano a scardinare l’asfissiante difesa brindisina, finché un’altra tripla di Jonikas e un canestro a fil di sirena di Mariani fissavano il primo parziale sul 23-19 per i Vozza boys.

Il secondo quarto era quasi un monologo di Cvetanovic, autore anche di una prepotente schiacciata a canestro per correggere un errore di un compagno. Jonikas era fuori per falli e l’Angiulli difendeva strenuamente, Scavo e Genchi su tutti, tenendosi comunque a contatto e andando all’intervallo lungo sotto di soli otto punti sul 37-29

Al rientro in campo per qualche minuto i ragazzi di Zotti si riavvicinavano nel punteggio grazie al solito Mariani e a Genchi, ma all’improvviso saliva in cattedra il giovane Minò, classe 2002, con due sontuose triple e tanta sostanza. Il serbo Cvetanovic continuava a dominare nel pitturato e l’Assi allungava nel punteggio fino al più sedici sul 58-42

L’Angiulli alternava zona e uomo, ma coach Zotti decideva di riconoscere la superiorità degli avversari concedendo ampio spazio nell’ultimo parziale a tutti i suoi giocatori.

Jonikas e Pacifico continuavano a premere in attacco, mentre per i baresi Ale Ruotolo e Scavo rosicchiavano qualcosa fino all’ultima sirena che sanciva il punteggio finale di 82-56 per i padroni di casa.

Migliori in campo da una parte Cvetanovic con 18 punti e Jonikas con 16, ottimi anche Minò e Polifemo entrambi a quota 10, mentre dall’altra si ergevano Giulio Mariani con 17 punti e Genchi con 14

I tabellini dell’incontro:

ASSI BRINDISI 82
ANGIULLI BARI 56
Parziali: (23-19 ; 14-10 ; 21-13 ; 24-14)
Progressivi: (23-19 ; 37-29 ; 58-42 ; 82-56)

ASSI BRINDISI
Cvetanovic 18, Jonikas 16, Minò 10, Polifemo 10, Mastrapasqua 8, Vitucci 6, Pacifico 6, Pannella 5, Lipari 3, Scivales, Barbato n.e. (all. Vozza)

ANGIULLI BARI
Mariani 17, Genchi 14, Ruotolo A. 9, Stano 7, Scavo 7, Riganti 2, D’Abbicco, Triggiani, Aiello (all. Zotti)

 

Massimiliano Aiello (Redazione Sportale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment