Pallavolo

Una vittoria che, visti anche i risultati delle concorrenti, rilancia le possibilità di permanenza nella categoria della Zero5 Castellana Grotte, corsara a Cutrofiano contro la “Cuore di mamma” nel recupero della seconda giornata di ritorno del campionato nazionale di volley femminile serie B1.

Risultato finale 0-3 (20-25, 15-25, 14-25).

Mister Carratù per il Cutrofiano schiera Caruso (3) opposta a Jimenez (1), Tornesello (7) e Danaila (2) al centro, Angelini (5) e Devitofrancesco (7) in banda, Pagliara libero. Entrate Otta (4), Cirillo, Lerario e Marra.
Francesco De Robertis per la Zero5 risponde con Liguori (13, top scorer con Civardi) opposta a Pinto (2), Micheletto (8) e Vinciguerra (6) centrali, Civardi (13) e Cipriani (6) schiacciatrici, Pisano libero. Entrate Recchia, Soleti e Pavone.

Parte contratta la Zero5 e sul 14-11 De Robertis chiama un timeout per dare uno scossone alla squadra. Un’interruzione proficua che cambierà l’esito del set e della gara. Subito uno 0-4 della Zero5 che ribalta il punteggio (14-15) e rilancia l’azione delle castellanesi che giocano come sanno e chiudono il parziale 20-25. Nel secondo parziale parte bene Cutrofiano (4-0) ed ancora una volta De Robertis chiama timeout. Al rientro la Zero5 realizza uno 0-7 che ribalta il punteggio (7-10), indirizzando il set a favore della Grotte Volley. Due successivi break di 0-5 consentono il necessario avvicendamento in regia di Stefania Recchia per Gaia Pinto che in settimana ha accusato un risentimento muscolare. Finisce 15-25. Il terzo set, dopo il 3-3 iniziale, registra una lunga serie di errori delle giovani salentine (3-9). La Zero5 controlla agevolmente il gioco (6-17, 10-21, 14-25) e guadagna tre punti preziosissimi.

Buona prova della squadra castellanese chiamata a riscattare il flop di Cerignola. “Si, una buona prova“, conferma mister De Robertis, “rispetto alla gara di Cerignola abbiamo ridotto gli errori e sono andate tutte più o meno bene. Ringrazio Gaia Pinto che, nonostante qualche problema fisico, quest’oggi non si è risparmiata”.
Generosa la prova delle under 18 leccesi che pagano la loro inesperienza, ma hanno mostrato una notevole crescita tecnica. Buono l’apporto di Stefania Recchia (normalmente libero di difesa) nel suo inusuale ruolo di palleggiatrice nel finale del secondo e terzo set. Positiva la gara di Martina Pisano (nella foto a sinistra) che ha ricoperto il ruolo di unico libero. “Sapevamo che la partita non sarebbe stata facile”, commenta l’atleta beneventana, “Dovevamo riprenderci dalla sconfitta di Cerignola. Abbiamo giocato di squadra, ora ci prepariamo per la gara con Arzano convinte di poter fare ancora un buon gioco. Permettetemi di esprimere un pensiero per la mia gemella Michela (libero della capolista Messina, purtroppo infortunatasi in un’azione di gioco, ndr). Questo tuo infortunio sarà soltanto una fermata rispetto a ciò a cui sei destinata, ti auguro di recuperare presto perché la tua determinazione e tenacia ti porteranno ancora più in alto”. Naturalmente ci associamo all’auspicio di Martina, così come porgiamo auguri di pronta guarigione alla nostra palleggiatrice Sofia Alberti (nella foto a destra) che ha superato brillantemente l’intervento al ginocchio.

Altri recuperi disputati in giornata (seconda di ritorno): Santa Teresa-Palmi 3-1; Catania-Messina 0-3; San Salvatore-Terrasini 1-3; Arzano-Melendugno 2-3; Torrese-Cerignola 3-0. Questa la nuova classifica: Messina 51, Melendugno 49, Santa Teresa 41, Torrese 38, Arzano 35, Terrasini 31, Palmi 29, San Salvatore 27, Zero5 26, Cerignola 12, Catania 3, Cutrofiano 0. Terrasini sorpassa Palmi, ad entrambe mancano solo due gare, mentre San Salvatore e Zero5 ne devono giocare quattro.

Le due gare della Zero5 si giocano nella prossima settimana che quindi diviene decisiva.

Saranno entrambe al Palagrotte, mercoledì 13 aprile con Arzano (ore 16:30), venerdì 15 (ore 16:00) con Catania.

Dopo, tutte le squadre avranno due incontri da disputare e quindi finalmente la classifica sarà più veritiera.

Redazione
Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment