Pallavolo

Finalmente si riparte.

Nel primo giorno utile dopo lo sblocco delle competizioni, ovvero lunedì 7 febbraio alle ore 16:30, al Palagrotte, si recupera il match rinviato sabato 8 gennaio contro la Sanitaria Sicom Messina, relativo l’undicesima giornata del campionato di volley femminile di serie B1, ultima di andata.

Si torna in campo dopo 51 giorni, l’ultima gara giocata è stata quella della decima giornata di andata a Catania del 18 dicembre, vinta dalla Zero5 per 3 a 0.

Lunedì Messina, mentre domenica 13, sempre al Palagrotte, arriva l’altra squadra messinese, la Farmacia Schultze di Santa Teresa di Riva (Me). Ma parliamo della prima delle due.

Si trattava, e si tratta ancora perché nulla è cambiato, di una gara durissima contro l’indiscussa capolista del girone. E si tratta anche dell’esordio in campo del nuovo tecnico della Zero5 Francesco De Robertis. L’ingresso, come al solito, è gratuito e sono ancora necessari prenotazione, green pass rafforzato e la mascherina FFP2 indossata.

 

Riproponiamo la nostra presentazione della gara con i commenti del tecnico De Robertis e del direttore generale Massimiliano Ciliberti. In coda riportiamo la situazione di classifica aggiornata.

La capolista è protesa al raggiungimento del categorico obiettivo del salto di categoria. E’ in testa dalla prima giornata ed ha lasciato per strada solo tre punti, due nell’unica sconfitta al tiebreak a Melendugno ed uno per la vittoria al quinto set a San Salvatore Telesino. Oltre a questi 5 set persi, ha lasciato alle avversarie solo 3 set.

L’ambiziosa società, di recente fondazione, ha formato la squadra puntando su elementi espertissimi della categoria a partire dal tecnico, il barese Nino Gagliardi che nell’estate scorsa ha vinto l’argento ai campionati mondiali under 18 femminili, come vice di Mencarelli. Il gruppo è composto da un insieme di atlete non solo molto forti ed esperte della categoria, ma anche allenate in passato e ben conosciute dal tecnico che quindi può ottimizzarne il rendimento. Una squadra molto concreta, ben amalgamata, che sbaglia pochissimo.

La squadra siciliana e la nostra”, commenta Francesco De Robertis, “sono state costruite per raggiungere obiettivi diversi ma la gara sarà aperta, ognuna si impegnerà in campo per ottenere il miglior risultato possibile”.

Questo lo starting six abituale: Barbara Varaldo opposta a Margherita Muzi, centrali Ambra Composto e Giulia Cardoni (in sostituzione dell’infortunata Erica Dell’Ermo), schiacciatrici Valentina Martilotti e Deborah Liguori, libero Michela Pisano. Completano il gruppo la palleggiatrice Ludovica Fabbo, l’opposta Marianna Iannone, la centrale Sara Anselmo, la laterale Elisa Maria Garofalo ed il secondo libero Martina Quarto.

Una curiosità: il libero siciliano Michela Pisano è la sorella gemella della nostra Martina Pisano.

Abbiamo saggiato in passato la qualità di molte di queste atlete, ma “incontrare la capolista è sempre molto motivante”, aggiunge Massimiliano Ciliberti, general manager della Grotte Volley, “bisognerà battere molto bene perché la palleggiatrice Muzi con palla in mano si esprime al massimo e riesce a far girare benone la squadra. Non dobbiamo pensare di partire sconfitti, siamo in crescita e soprattutto in casa possiamo giocarcela con tutte le avversarie. Al Palagrotte dobbiamo costruire la nostra permanenza in serie B1”.

Alcune squadre hanno già disputato tutte le gare del girone di andata, mentre altre devono recuperare una gara e qualcuna due. Ecco la situazione di classifica con il numero di gare da recuperare tra parentesi:

Messina 27 (1), Melendugno 26, Santa Teresa 24, Torrese 21 (1), Arzano 21, San Salvatore 16 (2), Zero5 15 (1), Terrasini 13 (1), Palmi 11 (2), Cerignola 6 (1), Catania 3, Cutrofiano 0 (1).

Redazione
Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment