Calcio
Una sconfitta indolore.
Il Palermo vince per 0-2 e arriva al terzo posto in classifica dietro la capolista Bari ( in B da tre settimane) ed il Catanzaro. 
Sugli spalti ed in città è grande festa per una promozione meritata sul campo, ancor di più dal suo incredibile pubblico che ha macinato record su record, l’ultimo i 26.000 odierni.
È festa biancorossa. Il campionato finisce qui, non la stagione che vedrà i ragazzi di Mignani impegnati alla conquista della Supercoppa di Lega Pro contro Modena e Sudtirol che hanno vinto i loro rispettivi gironi.
La formazione del Bari:
Per l’ultima partita della stagione che ha riportato il Bari in serie B, mister Mignani ritrova l’argentino Botta dal primo minuto alle spalle di Cheddira- Antenucci.
Il match:
Nuovo record di spettatori ( 26.000) accolgono Bari e Palermo per l’ultima giornata della regular season.
Curva Nord che celebra la capolista con una coreografia di bandiere e fumogeni biancorossi di grandissimo impatto.
Meglio il Palermo in avvio di gara, bisognoso di punti per raggiungere il secondo posto.
La partita è, comunque, combattuta anche se con ritmi non alti.
Alla prima vera occasione, al 25’, passano gli ospiti con l’ex Floriano che scarica un bel destro che va dritto sotto l’incrocio.
Il numero sette non esulta in rispetto verso i suoi ex tifosi.
I padroni di casa non ci stanno a perdere e costruiscono una bella azione al 42’: Antenucci serve sulla fascia Mazzotta, preciso cross per Scavone che, al volo, non inquadra la porta, divorandosi il pareggio.
Dopo un minuto di recupero, termina il primo tempo con i siciliani avanti.
Iniziano i secondi quarantacinque minuti, doppio cambio per i “galletti”: entrano Citro e D’Errico per Cheddira e Scavone.
La capolista entra in campo decisa a pareggiare e al 51’ ci prova Di Cesare con un bel tiro da fuori che sfiora la traversa di Massolo.
Al 55’ l’arbitro assegna un penalty per un braccio alto di Di Cesare in area di rigore; dagli undici metri Frattali intuisce , ma non trattiene, il tiro di Brunori che porta i suoi sullo 0-2.
Girandola di sostituzioni: Baldini fa tre cambi in contemporanea: entrano Damiani, Silipo e Soleri per Dall’Oglio, Valente e Brunori.
Tra i pugliesi, invece, esce Botta per Galano.
Fase di stanca della partita, al 77’ scambio sullo stretto Galano-Antenucci, forte tiro del numero sette che trova la risposta in corner di Massolo.
Non accade più nulla. Finisce con una sconfitta indolore. Parte la festa biancorossa. Che Bello è!
BARI-PALERMO 0-2
Floriano (25’) Brunori (r) ( 57’)
Bari (4-3-1-2): Frattali, Belli, Di Cesare (c), Terranova, Mazzotta, Mallamo (85’Bianco)  Maiello (74’Gigliotti), Scavone (1’st D’Errico), Botta (60’Galano), Cheddira (1’st Citro), Antenucci
A disp.: Polverino, Plitko, Celiento, Simeri, Misuraca, Ricci, Paponi
All. M. Mignani
Palermo (4-3-3): Massolo, Accardi, Marconi (70’ Perrotta), Lancini, Crivello, De Rose (c), Dall’Oglio (58’Damiani), Valente (58’Silipo), Fella, Brunori (58’ Soleri), Floriano (79’Odjer).
A disp.: Pelagatti, Grotta, Buttaro, Doda
All. S. Baldini
Arbitro: Sig. Luciani della sezione di Roma 1.
Ammoniti: Terranova, Scavone e Di Cesare per il Bari, Dall’Oglio, Crivella e De Rose per il Palermo.
Recupero: 1’pt, 6’st.
Foto: www.sscalciobari.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment