FoilWindsurf

DOMANI E DOPODOMANI REGATE NAZIONALI IN LAZIO E IN TOSCANA

 

Il Circolo della Vela Bari approda al mondo del foil e del windsurf con quattro suoi atleti alle loro prime esperienze in Waszp e Windsurf in due regate nazionali ad Anzio, nel Lazio, e a Cala Galera, sul promontorio dell’Argentario in Toscana.

E se di windsurf si parla dal 1935, anche se la sua nascita risale ufficialmente al 1967 e a un’idea di un ingegnere aerospaziale californiano James (Jim) R. Drake, il Waszp è una deriva monoposto One Design, ideata da Andrew McDougall nel 2010.

Sorella minore del moth Mach2 si caratterizza per la facilità di utilizzo da parte di tutti i velisti, anche i più giovani grazie anche alle diverse misure di vele.
Arrivate per la prima volta sui pontili della Vela a gennaio scorso grazie a Leonardo Dinelli, Gianluca Capezzuto e Marco Corrado, le nuove imbarcazioni di classe Waszp sono l’ultima sfida del mondo della vela.

E non potevano mancare al CV Bari dove il direttore nautico Gigi Bergamasco, insieme a tutto il consiglio direttivo e alla sezione nautica in particolare, è sempre attento alle novità del mondo velico per continuare a far crescere gli agonisti e il vivaio che ormai da oltre un decennio sforna campioni in tutte le classi portando il Circolo barese sui podi di tutta Italia.

Nata nel 2018 l’associazione Italiana Classe Waszp dal desiderio di un gruppo di possessori di Waszp di promuovere la cultura della navigazione sui foil attraverso l’omonima barca, questa classe coniuga divertimento, passione, adrenalina e al tempo stesso sicurezza.
Da sempre accomunati dagli stessi principi della fluidodinamica, la vela e il volo adesso sono ancora più vicini: queste imbarcazioni dotate di foil si alzano in volo a circa 80 cm. E a proposito di Waszp, domani e dopodomani Gianluca Capezzuto, accompagnato dal tecnico Luca Bergamasco parteciperà alla prima tappa dell’Italia Cup a Cala Galera organizzata al Circolo Nautico e della Vela Argentario. Con lui avrebbe dovuto partecipare alla regata anche Marco Corrado che però, dopo una intensa preparazione, ha dovuto rinunciare alla regata a causa di un problema di salute.

Sempre domani e dopodomani, sabato 9 e domenica 10 aprile, invece, Vito Ambriola e Vittorio Blardi saranno impegnati nella terza regata nazionale italiana classe Windsurfer ad Anzio a cura dell’Estbay Sporting Village e dello Yachting Club Anzio.
Per tutti e tre si tratta quindi della prima sfida sui campi di regata, un confronto con chi prima di loro ha scelto di impegnarsi in queste specialità della vela e le pratica da più tempo.

L’obiettivo è imparare e migliorarsi, puntando sempre a ottenere risultati di rilievo.

Redazione
Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment